AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a [email protected]
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
22 Ottobre 2021
Ci sono 203 utenti collegati

Articoli marcati con tag ‘Supernovae’

4) SN2021rhu NGC7814 Campaner
Letto 2.882 volte - Nessun commento
Per la ricerca amatoriale di supernovae, questa prima metà del 2021 sarà ricordata per l’avvincente testa a testa a suon di scoperte messe a segno dal giapponese Koichi Itagaki e dal neozelandese Stuart Parker, gli unici per adesso ad aver centrato l’obbiettivo nel 2021.
img-270170-664x435
Letto 25.908 volte - Nessun commento
Osservata una nana bianca mentre finisce di consumare la sua compagna. Il periodo orbitale delle due stelle – una nana bianca e una subnana calda – è inferiore ai cento minuti e la loro massa supera il limite di stabilità per una nana bianca. Fra circa 70 milioni di anni, quando la più grande delle due avrà definitivamente inghiottito l’altra, il sistema emetterà onde gravitazionali e probabilmente esploderà come Supernova di tipo Ia
3) SN2021pfs_NGC5427 Campaner
Letto 3.135 volte - Nessun commento
Anche nel mese di giugno poche soddisfazioni per gli astrofili scopritori di supernovae, salvo l’innarestabile Koichi Itagaki. Consoliamoci riprendendo (o cercando tra le nostre immagini delle ultime settimane) l’ultima luminosa supernova esplosa in una coppia di galassie davvero fotogeniche: NGC 5426 e NGC 5427, appartenenti anche al catalogo delle galassie peculiari ARP.
1) AT2021kni_NGC7767
Letto 21.213 volte - Nessun commento
Inarrestabile Itagachi con Stuart Parker all’inseguimento, e il nostro Claudio Balcon che continua a battere record sul fronte del classificazione spettrografica amatoriale di supernovae.
1) SN2021hpr_NGC3147_Sitkauskas
Letto 15.034 volte - Nessun commento
L’astrofilo giapponese Koichi Itagaki stupisce ancora e realizza la sua terza scoperta del 2021. Scoperta che porta NGC 3147 tra le galassie più prolifiche di eventi supernovae (ovviamente conosciuti).
8) SN2021gmj_NGC3310_Sitkauskas
Letto 3.805 volte - Un Commento
Nella speranza di riprendere il prima possibile la normale programmazione mensile dei numeri della rivista, continuiamo sul sito la pubblicazione della rubrica supernovae per raccontare gli eventi più significativi e interessanti che si verificheranno nei prossimi mesi.
stardome-feb-2021-22
Letto 4.609 volte - Nessun commento
Febbraio di solito, almeno nel nostro paese, è il mese invernale che delude meno degli altri le aspettative degli osservatori del cielo, siano essi appassionati di alta risoluzione che di cielo profondo. Le notti serene, infatti, sono discretamente numerose e si presentano tendenzialmente molto stabili anche sotto il profilo del seeing.
stardome-nov2020-15nov-2200
Letto 3.900 volte - Nessun commento
Novembre è quel mese dell’anno in cui si apprezza in modo sensibile l’allungamento delle notti con il clima che assume già alcune caratteristiche tipiche della stagione invernale. Il clima rigido e meno propenso a rendere piacevoli le uscite notturne per l’osservazione del cielo viene compensato però da una maggiore limpidezza del cielo, che verso le 21:00 ci apparirà già completamente scuro (la notte astronomica inizia infatti intorno alle 18:30). Così, in presenza di buone serate, avremo a disposizione diverse ore per godere delle costellazioni autunnali e dei più “alti” in declinazione tra gli asterismi estivi.
2) SN2020nlb_M85+NGC4394
Letto 6.359 volte - Nessun commento
E ancora una supernova in una galassia Messier, questa volta è toccato a M 85, non particolarmente fotogenica, ma se qualcuno l’avesse ripresa nella notte tra il 24 e il 25 giugno (con una magnitudine di ben +19) avrebbe una prediscovery eccezionale e particolarmente preziosa. Sono però le prossime settimane quelle giuste per riprenderla per chi ne volesse un ricordo.
3) SN2020jfo_M61 Campaner
Letto 7.452 volte - Nessun commento
La bellissima galassia M 61, regina delle galassie Messier in fatto di esplosioni di supernovae, dopo essere stata raggiunta a gennaio 2020, sul gradino più alto del podio, dalla stupenda galassia M 100, si riprende lo scettro di prima della classe e raggiunge quota 8 supernovae.
eso2003d
Letto 34.322 volte - Nessun commento
La supergigante rossa che in queste ultime settimane aveva sorpreso astronomi e appassionati per il suo calo di luminosità importante e repentino, sembra essere in ripresa… per il momento niente “supernova galattica”.
1) 241M100-L-RGB
Letto 7.510 volte - Nessun commento
…e raggiunge M 61 come galassia con più supernovae esplose (ovviamente avvistate) in una galassia Messier. Una ripresa non facile per colpa della Luna, ma vale la pena provare!
Vela-DSS-New-S
Letto 1.596 volte - Nessun commento
A dispetto dello splendore sereno e apparentemente immutabile di una notte stellata, l’Universo è un luogo tutt’altro che tranquillo. Ma anche un evento devastante come la morte di una stella può creare visioni di ineguagliabile bellezza. È il caso del resto di supernova ripreso in questa immagine, che sfoggia la sua bellezza a circa 800 [...]
1280px-Keplers_supernova
Letto 9.204 volte - Nessun commento
Uno studio internazionale che vede coinvolto anche l’astronomo Luigi Bedin dell’INAF, avanza l’ipotesi che l’esplosione di supernova osservata da Giovanni Keplero nel 1604 fu prodotta da una fusione di due residui stellari.
STSCI-H-p1820c-z-1000x770
Letto 6.815 volte - Nessun commento
Il telescopio spaziale Hubble ha fotografato la prima immagine di una compagna sopravvissuta di una supernova, diventando anche la prova più convincente che le supernovae siano originate da sistemi stellari doppi. La compagna della stella progenitrice della supernova 2001ig non era infatti innocente spettatrice dell’esplosione, ma bensì stava sottraendo tutto l’idrogeno dal guscio più esterno della stella condannata.
supernova
Letto 6.119 volte - Nessun commento
Osservare il momento esatto in cui una supernova esplode è stata per lungo tempo una vera e propria sfida per gli astronomi. Le stelle esplodono in supernovae in modo casuale nel cielo ed è difficilissimo riuscire a predire un tale evento ed essere quindi pronti a puntare gli strumenti, nel momento giusto, per osservare la [...]
[archive]