Home Articoli e Risorse On-Line Astronomia, Astrofisica e Cosmologia Notizia Flash: Scoperta una supernova in M101 pronti allo scatto!

Notizia Flash: Scoperta una supernova in M101 pronti allo scatto!

Letto 873 volte
0
3) Immagine della SN2023ixf in M101 ripresa il giorno dopo la scoperta da Rolando Ligustri in remoto dagli Stati Uniti con un telescopio da 400mm F.3,75 posa di 300 secondi (20 maggio 12,20 TU).
Tempo di lettura: 2 minuti

ULTIM’ORA: SCOPERTA UNA SUPERNOVA NELLA GALASSIA GIRANDOLA CHE FAN BEN SPERARE PER SCATTI UNICI

Una nuova supernova molto interessante è stata scoperta in una delle più belle galassie a spirale del catalogo di Messier.
1) Immagine di scoperta della SN2023ixf in M101 ripresa da Koichi Itagaki.

Stiamo parlando di M101, conosciuta come la galassia Girandola situata nella costellazione dell’Orsa Maggiore a “soli” 21 milioni di anni luce di distanza.

A mettere a segno questa importante scoperta , nella notte del 19 maggio, è stato il solito ed incredibile giapponese Koichi Itagaki, che ormai ci ha abituato a queste fantastiche performance. Al momento della scoperta il nuovo oggetto mostrava una luminosità pari alla mag.+14,9 ed appena 5 ore più tardi, dall’Osservatorio del Roque de los Muchachos nelle Isole Canarie con il Liverpool Telescope di 2 metri, è stato ripreso lo spettro di conferma.

La SN2023ixf, questo il nome definitivo assegnato, è una supernova di tipo II molto giovane scoperta solo 1 o 2 giorni dopo l’esplosione. M101 ha un modulo di distanza di circa 29, pertanto se questa supernova fosse stata di tipo Ia avrebbe raggiunto la notevole mag.+10 (29-19=10) come accadde per la precedente supernova esplosa in questa galassia cioè la SN2011fe. In questo caso difficilmente sarà raggiunta questa luminosità, ma dovremmo ugualmente arrivare a circa una magnitudine più in basso (+11).

Le supernovae di tipo II sono però molto imprevedibili e lasciano aperti vari scenari.

La SN2023ixf sta infatti aumentando rapidamente di luminosità e due giorni dopo la scoperta ha già raggiunto la mag.+12 lasciando presagire grandi prospettive. Vedremo nei prossimi giorni, con l’ottenimento di nuovi spettri, come evolverà questa supernova e di quale tipo II si tratta. Intanto stanno venendo fuori varie prediscovery di fondamentale importanza.

2) Incremento di luminosità della SN2023ixf in M101 visibile in queste tre immagini riprese dall’astrofilo americano Patrick Wiggins.

M101 è infatti uno dei soggetti più fotogenici e quindi uno fra i più ripresi.

Controllate pertanto i vostri archivi, perché l’arrivo sul nostro pianeta della “prima luce” di questa supernova dovrebbe essere avvenuto nel giorno 18 maggio, abbiamo infatti immagini del 17 maggio dove la supernova non è visibile. Vi terremo informati sull’evolversi di questa importante supernova e suggeriamo di spendere un po’ del proprio tempo osservativo per immortalare questa luminosa supernova posta in una stupenda galassia a spirale.

4) Immagine della SN2023ixf in M101 ripresa il giorno dopo la scoperta dall’astrofilo francese Robert Cazilhac con un telescopio C14 da 35cm F.11 somma di 90 immagini da 10 secondi (20 maggio 22,15 TU).