AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
14 Ottobre 2019
Ci sono 229 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Articoli marcati con tag ‘Sagittarius A*’

so2-img
Letto 9.029 volte - Nessun commento
La teoria della relatività generale supera l’ennesimo test grazie all’orbita di una stella attorno al buco nero supermassiccio nel centro della Via Lattea. Lo studio ha richiesto strumenti all’avanguardia e oltre vent’anni di osservazioni
centro-via-lattea
Letto 329 volte - Nessun commento
La recente pubblicazione della prima immagine di un buco nero, ad opera del Consorzio Event Horizon Telescope, ci ha riempiti tutti di grande entusiasmo e interesse nei confronti di questi oscuri oggetti celesti. Per la verità ci aspettavamo di poter dare un’occhiata al buco nero al centro della Via Lattea, Sagittarius A* e invece (ma [...]
D3yAahsW4AAzl--
Letto 7.383 volte - Nessun commento
Non è Sagittarius A*, l’ombra che vediamo è quella del buco nero supermassicio al centro di Messier 87. Una immagine radio comunque storica che conferma finalmente in modo diretto l’esistenza dei buchi neri, proprio così come le teorie li descrivono… (e Albert aveva ragione!).
sagittarius_a_chandra-e1548285573794
Letto 6.909 volte - Nessun commento
Ma come si fa a fotografare un buco nero? Riepiloghiamo velocemente il processo (che ricordiamo ha richiesto più di due anni di elaborazioni…) in attesa della conferenza stampa alle 15 di oggi, che finalmente ci svelerà se… la foto è riuscita e quali sono i risultati ottenuti. Tutti canali per seguirla!
galacticcent (1)
Letto 7.172 volte - Nessun commento
In attesa dei risultati dell’EHT, annunciati per il 10 aprile, una nuova simulazione ci porta al centro della Via Lattea, idealmente seduti sull’orizzonte degli eventi di Sagittarius A*, ad ammirare lo spettacolo della mostruosa potenza dei venti stellari di stelle giganti che interagiscono con i flussi di gas in caduta verso il buco nero.
RAPTOR-4K
Letto 10.873 volte - Nessun commento
ATTESI A BREVE I RISULTATI PRELIMINARI DI EHT Un grande evento attende astronomi, scienziati e curiosi: se tutto andrà bene, dovrebbe diventare presto disponibile la prima “immagine” ad alta risoluzione mai realizzata di un buco nero, o più precisamente della sua “ombra”. Per saperne di più, Media Inaf ha raggiunto Ciriaco Goddi, responsabile scientifico del progetto BlackHoleCam, che ci svela il ”dietro le quinte” dell’esperimento più atteso dell’anno
Simulation of Material Orbiting close to a Black Hole
Letto 6.034 volte - Nessun commento
Lo strumento GRAVITY dell’ESO conferma che l’oggetto al centro della Via Lattea è un buco nero. Ulteriori prove alla convinzione di vecchia data che un buco nero supermassiccio si annidi nel cuore della Via Lattea. Nuove osservazioni mostrano grumi di gas che ruotano intorno al nucleo a una velocità pari a circa il 30% di quella della luce, su un’orbita circolare appena al di fuori dall’orizzonte degli eventi – è la prima volta che si osserva materiale in orbita vicino al punto di non ritorno, con le osservazioni più dettagliate di sempre.
apex
Letto 9.876 volte - Nessun commento
L’aggiunta di Apex all’Event Horizon Telescope rivela nuovi dettagli nella struttura asimmetrica e non puntiforme della sorgente Sgr A * al centro della Via Lattea. Il miglioramento della risoluzione angolare conseguito grazie ad Apex rivela ora dettagli dell’ordine di 36 milioni di km: dimensioni che sono solo 3 volte più grandi dell’ipotetica dimensione del buco nero (3 raggi di Schwarzschild). Tutti i dettagli su The Astrophysical Journal.
buco-nero-intermedio
Letto 5.991 volte - Nessun commento
Un secondo enorme buco nero nella nostra galassia? E’ quanto ipotizza un team giapponese e, se confermato, non sarebbe solo il secondo più grande, dopo Sagittarius A*, ma potrebbe anche essere il primo buco nero di massa intermedia mai individuato, un oggetto che rappresenta ancora una sorta di chimera per gli astrofisici di tutto il mondo.
C7tBCxEXQAA05dr
Letto 10.390 volte - Nessun commento
UNO SGUARDO NELL’OMBRA DI SAGITTARIUS A* È tutto pronto per scattare la foto del secolo. Un insieme di otto osservatori simulerà un radiotelescopio delle dimensioni della Terra allo scopo di intravedere il moto del gas incandescente che circonda il buco nero supermassiccio della Via Lattea. Quali le sfide e le attese? Ne parliamo con Heino Falcke, presidente del consiglio scientifico dell’Eht, e Ciriaco Goddi, responsabile scientifico del progetto BlackHoleCam
140404085807-large
Letto 3.568 volte - Nessun commento
Il destino della nube di gas e polveri denominata G2 è ormai segnato: da un giorno all’altro assisteremo al suo incontro ravvicinato con il buco nero al centro della nostra galassia. E quest’evento unico ci permetterà di scoprire diverse cose sull’evoluzione dei buchi neri supermassicci
Galactic_centre_node_full_image
Letto 3.343 volte - Nessun commento
Non è la prima volta che accade e non sarà neanche l’ultima. Il buco nero super massiccio Sagittarius A* è stato appena colto in flagrante durante uno dei suoi rari ‘spuntini’ a base di gas. Secondo i dati raccolti il fenomeno dovrebbe ripetersi di nuovo entro la fine dell’anno.
SagittariusA_Chandra
Letto 3.121 volte - Nessun commento
Una simulazione al computer ricostruisce il destino di una nube di gas e polveri scoperta recentemente nei pressi del buco nero al centro della nostra galassia. A partire dal prossimo anno inizierà ad essere “mangiata”. Non scomparirà, ma verrà in buona parte disgregata.
[archive]