AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
28 Settembre 2020
Ci sono 253 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Articoli marcati con tag ‘fast radio burst’

FRB_nrao
Letto 6.397 volte - Nessun commento
Il 28 aprile 2020 è stato rilevato, per la prima volta, quello che sembrerebbe a tutti gli effetti un Fast Radio Burst di origine galattica. Insieme al lampo radio, sono stati rilevati anche lampi X e gamma. In particolare, anche l’italianissimo Agile ha rilevato un burst X. Nessun Frb era mai stato associato prima a raggi X o gamma, e di nessuno si era mai trovata la sorgente fisica, come invece sembra sia successo questa volta. All’origine del fenomeno parrebbe esserci la magnetar Sgr 1935+2154. Tavani (Inaf): «Il fatto che sia stato osservato da una stella di neutroni galattica ci offre una “pistola fumante” riguardo alla natura di alcuni Frb, se non di tutti».
FRB
Letto 281 volte - Nessun commento
Cosa sappiamo dei Fast Radio Burst, o FRB, i lampi radio veloci? Rari e brevissimi segnali provenienti dalle profondità dell’universo, al centro di una ricerca che dura da 13 anni per comprenderne l’origine sino ad ora immersa nel mistero. Ripercorriamo velocemente questi 13 anni per arrivare alle ultime notizie.
R3_FRB_Host_Galaxy_and_Burst
Letto 7.486 volte - Nessun commento
LOCALIZZATA LA SECONDA SORGENTE RIPETITIVA. Grazie all’osservazione simultanea con otto radiotelescopi, tra cui l’antenna parabolica da 32 metri dell’Inaf a Medicina (Bo), è stata localizzata un’altra sorgente che emette “raffiche” di fast radio burst. Viene da una galassia abbastanza vicina simile alla nostra, con caratteristiche diverse rispetto a quella da cui proviene la sola altra sorgente ripetitiva localizzata
Infographic showing the path of FRB 18112 passing through the ha
Letto 5.071 volte - Nessun commento
Ancora lontani dal conoscere la causa dei cosidetti lampi radio veloci (FRB) gli astronomi che utilizzano il Very Large Telescope dell’ESO hanno però hanno osservato per la prima volta un FRB attraverso un alone galattico. Con una durata di meno di un millisecondo, questa enigmatica esplosione di onde radio cosmiche è passata quasi indisturbata, suggerendo che l’alone abbia una densità sorprendentemente bassa e un campo magnetico debole. Questa nuova tecnica potrebbe essere utilizzata per esplorare gli aloni sfuggenti di altre galassie.
telescope-figure-2
Letto 6.342 volte - Un Commento
In mezzo ai tredici lampi radio veloci che le antenne di Chime hanno rilevato mentre il nuovo radiotelescopio canadese era ancora in fase di collaudo, ve n’è uno di straordinario interesse: Frb 180814 è infatti il secondo fast radio burst ripetitivo finora individuato. Le scoperte in due paper su Nature
frb-live cut
Letto 5.260 volte - Nessun commento
Fast Radio Burst, un fenomeno sfuggente e esotico per la diretta del 5 aprile con Astronomiamo e Marta Burgay. Preparate le vostre domande!
imagespr2016dfnrao16df03nrao16df03_nrao-1170x600
Letto 7.501 volte - Nessun commento
FORSE IN ORBITA ATTORNO A UN BUCO NERO Incastrando il ”colpevole” del più celebre ed enigmatico fra i lampi radio con il radiotelescopio di Arecibo, l’astrofisico italiano Daniele Michilli, dell’istituto di radioastronomia olandese Astron, si è guadagnato la copertina di questa settimana della rivista Nature. Media Inaf lo ha intervistato
Molonglo_FRB_medium
Letto 7.785 volte - Nessun commento
Osservati tre nuovi Fast Radio Bursts – i rarissimi lampi radio veloci – con Most, il Molonglo Observatory Synthesis Telescope australiano. La sua doppia antenna a 843 MHz, formata da due bracci cilindrici lunghi 778 metri ciascuno, permette di escludere definitivamente un’origine terrestre
colli
Letto 9.674 volte - Nessun commento
Osservata per la prima volta un’emissione gamma in corrispondenza di un Fast Radio Burst. Giancarlo Ghirlanda (Inaf): «Una scoperta strabiliante, perché implica che queste sorgenti emetterebbero in banda gamma dieci miliardi di volte l’energia emessa in banda radio»
[archive]