AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a [email protected]
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
2 Dicembre 2021
Ci sono 175 utenti collegati

Articoli marcati con tag ‘Osservatorio W.M. Keck’

img-270170-664x435
Letto 25.960 volte - Nessun commento
Osservata una nana bianca mentre finisce di consumare la sua compagna. Il periodo orbitale delle due stelle – una nana bianca e una subnana calda – è inferiore ai cento minuti e la loro massa supera il limite di stabilità per una nana bianca. Fra circa 70 milioni di anni, quando la più grande delle due avrà definitivamente inghiottito l’altra, il sistema emetterà onde gravitazionali e probabilmente esploderà come Supernova di tipo Ia
rsmbh_label
Letto 7.479 volte - Nessun commento
Individuato un buco nero che, insolitamente, non si trova al centro della galassia che lo ospita, ma è spostato. Come se indietreggiasse. L’ipotesi è che a dargli una spinta siano state le onde gravitazionali emesse dalla fusione di due galassie in collisione.
Hubble’s view on lensed supernova
Letto 5.424 volte - Nessun commento
PER RICALCOLARE LA COSTANTE DI HUBBLE Lontanissima. Disponibile “in quattro versioni” grazie a una lente gravitazionale. Di tipo Ia. È la supernova che astronomi di mezzo mondo aspettavano di trovare. A ricostruire a Media Inaf la sua scoperta è uno degli autori dello studio uscito oggi su Science, Francesco Taddia, dell’Università di Stoccolma
k2_100planet_header
Letto 3.961 volte - Nessun commento
Telescopi terrestri giganti insieme, sulle tracce di mondi possibili, già individuati dal cacciatore di esopianeti della NASA. Sono i due “gemelli” del Keck, quelli del Gemini, l’Automated Planet Finder californiano e il Large Binocular Telescope di Mount Graham, per un quarto di proprietà INAF. Il “bottino”? Oltre cento pianeti extrasolari
eso1328a
Letto 5.577 volte - Nessun commento
Nuovi studi, combinando dati di telescopi differenti, hanno individuato attorno a Gliese 667C un sistema di almeno 6 pianeti di cui 3 super-Terre all’interno della fascia abitabile, un record fino a questo momento.
[archive]