AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a [email protected]om
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
17 Ottobre 2021
Ci sono 370 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Claudio Lopresti

Schede Biografiche degli Autori e Collaboratori di Coelum Astronomia

Claudio Lopresti

Breve Biografia

Nato a La Spezia, dove risiede. Dal 1978 si occupa di astronomia osservativa e inizia con un piccolo telescopio rifrattore da 60 mm. Poi non abbandona più questa passione.
È fondatore e presidente dell’Istituto Spezzino Ricerche Astronomiche (I.R.A.S., di La Spezia); è fondatore e Coordinatore Nazionale del Gruppo Astronomia Digitale (G.A.D.), ha ricoperto più volte (in più mandati) la carica di consigliere dell’UAI (Unione Astrofili Italiani) ed è stato membro, oltre che del Consiglio Direttivo della UAI anche del Consiglio della SAIt (Società Astronomica Italiana), il sodalizio dell’astronomia professionale.

Attività astronomiche.
Ha fondato due osservatori astronomici, compreso l’attuale ristrutturato Osservatorio IRAS di Monte Viseggi alla Spezia. Collaboratore e autore di articoli e rubriche in tutte le riviste astronomiche italiane. Ha al suo attivo centinaia fra conferenze pubbliche, lezioni nelle scuole e al planetario e i corsi di Astronomia nella città della Spezia. Ha organizzato, in svariate località italiane, 24 Congressi Nazionali di Astronomia Digitale. Si occupa di strumentazione, ottica, autocostruzione, cosmologia, astronomia digitale (della quale è stato uno dei precursori in Italia) e ricerca di pianeti extrasolari e stelle variabili).
Ha organizzato per 10 anni le attività astronomiche, le conferenze e i meeting della Fiera Nazionale dell’Astronomia di Forlì.

Ricerca e coordinamento in Italia delle ricerche astronomiche.
Nell’Unione Astrofili Italiani dopo aver avuto l’incarico di consigliere coordinatore di tutte le Sezioni di Ricerca, incarico svolto per 10 anni, attualmente dirige personalmente le sezioni di ricerca italiane di “Pianeti Extrasolari” e “Stelle Variabili” UAI e dal 2010 cura la rubrica dedicata ai pianeti extrasolari nella rivista “Astronomia UAI”.

Scoperte e risultati.
Nel settembre del 2007, in collaborazione con un team di ricercatori dell’Osservatorio di Marsiglia, ha scoperto il transito del pianeta extrasolare HD 17156 b, in Cassiopea, usando un piccolo telescopio situato nel terrazzo di casa, permettendo così l’esatta determinazione dei parametri fisici del pianeta extrasolare. Si trattò della prima volta al mondo (e ancora oggi l’unica volta) in cui il transito di un pianeta al di fuori del sistema solare sia mai stato scoperto da non professionisti e con attrezzature amatoriali (lavorom pubblicato su Astronomy & Asteophisics).
Successivamente sempre nel campo dei pianeti extrasolari ha scoperto alcune anomalie dei tempi di transito del pianeta Wasp 57 b (lavoro in collaborazione con John Southworth, Luigi Mancini e Sezioni di Ricerca UAI SPE e SSV, publicato su “Montly Notices” della Royal Astronomical Society).
In tema di astrofisica stellare, ha scoperto e catalogato molte stelle variabili, tante ancora in corso di catalogazione al VSX, determinandone i parametri fisici e periodo di variazione, attraverso la misura fotometrica della luminosità stellare.
Nel 2015 la UAI gli ha conferito il premio «Guido Ruggieri», che è destinato all'astrofilo più meritevole nella ricerca, per specifiche attività di ricerca effettuate, o per l'insieme delle attività sviluppate lungo la propria attività.

Articoli di questo Autore
Il XII Convegno del Gruppo di Astronomia Digitale (GAD)
Letto 1.651 volte - Commenti: 0