Home News di Astronomia Scoperta una nuova cometa che nel 2013 potrebbe regalarci qualche soddisfazione!

Scoperta una nuova cometa che nel 2013 potrebbe regalarci qualche soddisfazione!

Letto 7.535 volte
0
L'animazione mostra lo spostamento rispetto alle stelle di fondo, di quella che è stata poi catalogata come la cometa C/2011 L4 (PANSTARRS). Credit: Henry Hsieh, PS1SC

La cometa, la C/2011 L4 (PANSTARRS), è stata scoperta dal Pan-STARRS 1. Il telescopio è situato sull’isola hawaiiana di Maui ed è il primo ad essere entrato in funzione dei quattro telescopi gemelli da 1,80 metri di apertura dell’omonimo sistema Pan-STARRS (Panoramic Survey Telescope and Rapid Response System), progettato per la ricerca automatica di asteroidi e comete potenzialmente pericolosi per il nostro pianeta (vedi anche Coelum 143 – Novembre 2010, pag. 24).

Il Pan-STARRS 1 è il primo dei quattro telescopi che comporranno il Sistema Pan-STARRS (Panoramic Survey Telescope and Rapid Response System), gestito dalla University of Hawaii e destinato alla survey del cielo alla ricerca di NEO (Near Earth Objects) e di "oggetti pericolosi" in generale.

Sulla base di calcoli orbitali preliminari, la Pan-STARRS sembra avere un’orbita parabolica; questa potrebbe perciò essere la prima volta che la cometa si avvicina al Sole e…  anche l’ultima.

Attualmente si trova tra le orbite di Giove e Saturno nella costellazione della Bilancia, a poco meno di 7 unità astronomiche dalla Terra (circa 1 miliardo di km) ed è troppo debole (magnitudine ≈ +19) per poter essere osservata se non con telescopi di buon diametro muniti di sensori CCD.

Tuttavia, le speranze di poter finalmente ritornare a osservare un oggetto comentario a occhio nudo sono buone: la cometa infatti raggiungerà il perielio (la sua minima distanza dal Sole) nel marzo 2013, trovandosi a quell’epoca a circa 50 milioni di km dalla Terra, a brillare (almeno nelle previsioni attuali)  di magnitudine +1,0 circa, sull’orizzonte ovest dopo il tramonto

In ogni caso, come sempre per le comete, tutto dipenderà dal contenuto di ghiacci del suo nucleo e dal tasso di sublimazione di queste sostanze volatili man mano le temperature aumenteranno con il suo avvicinarsi al Sole.

L’unica certezza al momento è che della cometa C/2011 L4 PANSTARRS ne sentirete parlare ancora …

Articolo precedenteGruppo Amici del Cielo – 1 Luglio 2011
Articolo successivoAstrofili veneti – 2 Luglio 2011