AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
24 Gennaio 2021
Ci sono 210 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Iscrivi alla Newsletter di Coelum Astronomia
  • Commenti Recenti

  • Parole dal Sito

  • Seguici anche su Facebook!

  • Active Members

    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
     
  • Online Users

    Al momento non ci sono utenti online
  • Letto 7.215 volte
    Nessun commento
    Commenta
    Ricordate la cometa Lovejoy? Sta dando spettacolo nei cieli australi. Ha sfiorato la nostra Stella lo scorso 15 Dicembre, diventando molto brillante e con una coda estesa per decine di milioni di chilometri.

    La magnifica coda della cometa Lovejoy (Foto di Colin Legg)

    La cometa Lovejoy ha sfiorato la nostra Stella lo scorso 15 Dicembre (vedi questo post in merito), diventando molto brillante e con una coda estesa per decine di milioni di chilometri.

    Nonostante le previsioni non fossero per niente rosee, il piccolo masso ghiacciato ha superato indenne l’incontro ravvicinato con il Sole e ora se ne sta allontanando velocemente.

    Probabilmente per festeggiare lo scampato pericolo e farsi ricordare, in questi giorni sta mostrando uno spettacolo davvero unico, purtroppo riservato agli osservatori situati nell’emisfero australe. Nel cielo dell’alba della mattina del 21 dicembre, e probabilmente anche in quello dei prossimi giorni, la sua immensa e luminosa coda è stata ben visibile poco prima del sorgere del Sole.

    Le immagini amatoriali del 21 Dicembre, che hanno già inondato la rete, testimoniano un evento probabilmente più unico che raro: la chioma della cometa è troppo vicina al Sole per essere osservata, ma la coda è così estesa e luminosa che si rende visibile ben prima del sorgere della nostra stella.

    E’ emozionante vedere spuntare dall’orizzonte rosato questo pennacchio colorato ricco di tenui sfumature e pensare che stiamo osservando polveri e gas persi da una piccola e anonima cometa che un giorno ha deciso di regalarsi un grande momento di gloria mostrandosi così bella agli abitanti di un pianeta chiamato Terra.

    Noi abitanti dell’emisfero boreale non possiamo far altro che ammirare invidiosi le immagini scattate dai nostri colleghi e lamentarci per un destino veramente crudele, che ha scelto di premiare di nuovo gli osservatori del sud del mondo dopo lo spettacolo regalato dalla cometa McNaught nel 2007, definita la più brillante di questo e del secolo passato.La pazienza sarà anche la virtù dei forti, ma a volte ce ne vuole davvero tanta.

    Le immagini riprese il 22 Dicembre dagli osservatori di Australia e Nuova Zelanda mostrano ora anche la brillante chioma della cometa, ormai allontanatasi a sufficienza dal Sole per essere avvistata: una visione davvero mozzafiato.

    Un'altra spettacolare immagine di Vello Tabur. http://users.tpg.com.au/vtabur/2011w3/2011w3.htm

    Qui trovate un filmato time lapse registrato dall’astrofilo australiano Colin Legg il 21 dicembre che testimonia il curioso effetto della coda priva della chioma, mentre qui potete visualizzare le altre foto finora pervenute.

    Scrivi un Commento

    Devi aver fatto il login per inviare un commento