Home Articoli e Risorse On-Line VIVA L’ASTRONOMIA! Esperienze di didattica dell’Astronomia

VIVA L’ASTRONOMIA! Esperienze di didattica dell’Astronomia


LA FORMA DELLE ORBITE

Come disegnare un’ellisse.

I pianeti sono corpi celesti che si muovono descrivendo orbite ellittiche intorno al Sole, situato in uno dei fuochi dell’ellisse. È ciò che afferma la prima legge di Keplero.

Ma che cos’è un ellisse?

È il luogo geometrico dei punti del piano per i quali è costante la somma delle distanze da due punti fissi, detti fuochi.

Volendo comprendere meglio questa definizione e utilizzando per comodità il pavimento come lavagna, divisi in gruppi abbiamo disegnato tre diverse ellissi mediante l’uso di uno spago. Per prima cosa con il nastro adesivo abbiamo fissato le estremità dello spago nel punto d’incrocio di due piastrelle vicine: tali punti, evidenziati con il pennarello, sono i fuochi. In seguito è stata tracciata l’ellisse; l’operazione è stata ripetuta altre due volte cambiando solo la distanza tra i fuochi.

Misurazioni.

Ellissi con diversa eccentricità.

Quindi si è misurata la lunghezza dello spago (cioè la somma delle distanze dai fuochi), poi la distanza di un fuoco dal centro (a) e il semiasse maggiore (b): con questi dati è stato possibile calcolare il valore dell’eccentricità (data dal rapporto di a su b). Un’ellisse poco eccentrica appare simile a una circonferenza (es. l’orbita terrestre, la cui eccentricità è 0,017), se è molto eccentrica risulta invece “schiacciata” (es. l’orbita di Mercurio, con eccentricità 0,21).

Quest’esercitazione è risultata utile e gradita, in quanto la comprensione del concetto di ellisse e del moto dei pianeti si è rivelata più efficace e di più facile apprendimento.

Riccardo Dominici, Giulia Menghini, Giulia Siega

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
Articolo precedenteAl Planetario di Ravenna
Articolo successivoGruppo Amici del Cielo

3 Commenti