Home Appuntamenti del Mese La Luna di Marzo 2023

La Luna di Marzo 2023

Letto 2.375 volte
0
Tempo di lettura: 7 minuti
Il nostro satellite sempre ricco di dettagli!

Dopo il Primo Quarto dello scorso 27 Febbraio prosegue la Luna Crescente che culminerà col Plenilunio del 07 Marzo quando alle ore 13:40 il nostro satellite sarà in fase di 15,23 giorni, ad una distanza dal nostro pianeta di 403855 km, con un diametro apparente di 29,59’ ma si troverà a -37° sotto l’orizzonte essendo tramontato alle ore 06:53. Per effettuare osservazioni col telescopio basterà attendere le 18:07 quando sorgerà contestualmente alla discesa del Sole sotto l’orizzonte rendendosi perfettamente visibile fino all’alba del mattino seguente.

Attivata immediatamente la fase di Luna Calante questa proseguirà di sera in sera passando alle ore 03:08 del 15 Marzo per l’Ultimo Quarto ad un’altezza di +7°40’, dopo essere sorta alle ore 02:06 e visibile fino alle prime luci dell’alba. Al termine della fase di Luna Crescente il nostro satellite, alle ore 18:23 del 21 Marzo, sarà in Novilunio completamente invisibile dal nostro pianeta in quanto contestualmente il Sole illuminerà interamente l’opposto emisfero. Immediata la ripartenza di un nuovo ciclo riportando progressivamente il nostro satellite fuori dalle profondità della notte fino alle più comode ore tardo pomeridiane e serali con la possibilità per gli appassionati di osservazioni lunari di scandagliare le innumerevoli strutture geologiche nelle migliori condizioni osservative. Nel corso di questo mese il Primo Quarto sarà alle ore 04:32 del 29 Marzo con la Luna in fase di 7,38 giorni ma ormai a -10° sotto l’orizzonte essendo tramontata alle ore 03:09. Pertanto chi intendesse effettuare osservazioni di questa spettacolare fase lunare dovrà considerare la necessità di anticipare la propria sessione osservativa di alcune ore vista la presenza della Luna in cielo già da inizio serata. Analogamente alla prima settimana di questo mese, anche gli ultimi 5 o 6 giorni di Marzo saranno ideali per “buttarsi” letteralmente sul nostro satellite andando a selezionare col telescopio fra l’immenso campionario di strutture geologiche di qualsiasi tipo e dimensione che, con un meteo finalmente favorevole (ma è solo un’ipotesi….) ed un seeing almeno decente, potranno consentire piacevolissime e dettagliate osservazioni anche in alta risoluzione.

Infatti la sera del 31 Marzo il nostro satellite sarà in fase di 10 giorni e già dalle ore 20:15/20:30 circa potrà essere osservato ad un’altezza di ben +64° mentre il transito in meridiano si verificherà alle ore 21:29 a +70° rendendosi a nostra disposizione, oltre che per tutta la serata, anche fino a notte fonda quando alle ore 05:07 dell’1 Aprile scenderà sotto l’orizzonte. L’ultima di Marzo potrebbe rivelarsi veramente la tipica “serata lunare” se tutti i parametri andranno al loro posto. Infatti dalla regione polare settentrionale si potrà scendere lungo il terminatore ammirando il Sinus Iridum spingendosi fino al cratere Plato ed al gigantesco arco formato da Alpi, Caucasus e Appennini dove sarà d’obbligo andare a scandagliare negli imponenti e spettacolari crateri Eratosthenes e Copernicus con le loro alte pareti terrazzate che si innalzano per migliaia di metri in un mare letteralmente tappezzato da una miriade di piccolissimi craterini, quale conseguenza della ricaduta al suolo dei materiali in seguito ai devastanti impatti che originarono queste due grandi strutture geologiche. Sempre in prossimità del terminatore sarà possibile andare alla ricerca di piccoli dettagli nei mari Insularum, Cognitum e Nubium per poi arrivare sull’altopiano meridionale dove ci si presenterà una estesa porzione di questa vasta regione in cui la craterizzazione raggiunse tre/quattro miliardi di anni fa elevatissime concentrazioni con la formazione degli imponenti e spettacolari crateri pronti ancora oggi ad esibire i loro più fini dettagli. Senza dimenticare infine che nella medesima serata del 31 Marzo, come se già non bastasse, il punto di massima librazione sarà proprio in prossimità della regione polare sud. In conclusione, i “compiti a casa” non mancano certamente e Photocoelum rimane in attesa dei vostri “capolavori”. Alla Luna di Aprile ci penseremo il mese prossimo.

Le Falci lunari di Marzo

Per gli appassionati di falci lunari primo appuntamento per la tarda nottata del 19 Marzo quando alle ore 05:25 sorgerà un sottile (ma anche problematica) falce di 26,9 giorni in cui la parte illuminata riguarderà esclusivamente una ridotta porzione del settore più occidentale. Falce certamente problematica a causa della vicinanza al sorgere del Sole per cui sarà di fondamentale importanza attuare ogni possibile precauzione al fine di non intercettare la luce del Sole per evitare danni permanenti alla propria vista. Informo che la Luna sorgerà contemporaneamente al pianeta Saturno da cui sarà separata da 9°.

Con la Luna in fase crescente appuntamento per la successiva serata, il 23 Marzo, quando alle ore 20:39 scenderà sotto l’orizzonte una altrettanto sottile falce di 2,1 giorni sulla cui superficie sarà possibile individuare il mare Humboldtianum a nordest, i mari Marginis e Smythii ad est ed una porzione del mare Australe a sudest. Il tramonto di questa bella falce lunare sarà seguito dal pianeta Venere alla distanza di circa 9°, venendo a costituire un piacevole quadretto da immortalare in foto che potrete inviare a Photocoelum.

Una falce non proprio stretta (3,1 giorni) ma pur sempre spettacolare si potrà osservare la sera del 24 Marzo tenendo presente che alle ore 21:51 scenderà sotto l’orizzonte preceduta dal pianeta Venere (separazione di 4°) e seguita dal pianeta Urano (separazione di 3°). Altro fotogenico quadretto di cui attendiamo i vostri riscontri fotografici mentre chi fosse interessato ad osservare la superficie lunare potrà spaziare lungo tutto il bordo orientale, dal mare Humboldtianum a nordest fino al settore est del mare Crisium con i mari Marginis e Smythii, spostandosi poi lungo il bordo est del mare Fecounditatis fino al mare Australe a sudest. Ovviamente rimane inteso che per questa tipologia di osservazioni, oltre agli ormai noti parametri osservativi, risulterà determinante disporre di un orizzonte il più possibile libero da ostacoli.

 

Librazioni di Marzo

(In ordine di calendario, per i dettagli vedere le rispettive immagini).

Si precisa che, per ovvi motivi, non vengono indicati i giorni in cui i punti di massima Librazione si discostano dalla superficie lunare illuminata dal Sole.

Librazioni Regione Sudest + Regione Polare Sud:

Librazioni Regione Sudest + Regione Polare Sud

Librazioni Regione Sudovest-Ovest:

– Librazioni Regione Sudovest-Ovest:
  • 06 Marzo. Fase crescente 14,64 giorni – Librazione cratere Bailly
  • 07 Marzo. Fase crescente 14,20 giorni – Librazione cratere Bailly
  • 08 Marzo. Fase calante 16,46 giorni – Librazione cratere Schickard
  • 09 Marzo. Fase calante 17,50 giorni – Librazione Mare orientale sud
  • 10 Marzo. Fase calante 18,55 giorni – Librazione crateri Grimaldi, Riccioli

Librazioni Regione Nordovest:

Librazioni Regione Nordovest:
  • 11 Marzo. Fase calante 19,60 giorni – Librazione crateri Kraft, Cardanus
  • 12 Marzo. Fase calante 20,65 giorni – Librazione crateri Struve, Russel
  • 13 Marzo. Fase calante 20,75 giorni – Librazione crateri Struve, Russel
  • 14 Marzo. Fase calante 21,70 giorni – Librazione cratere Lavoisier, mons Rumker
  • 15 Marzo. Fase calante 22,75 giorni – Librazione cratere Markov, Sinus Roris
  • 16 Marzo. Fase calante 23,80 giorni – Librazione crateri Cleostratus, Pythagoras
  • 17 Marzo. Fase calante 24,84 giorni – Librazione crateri Anaximander, Carpenter
  • 18 Marzo. Fase calante 25,86giorni – Librazione cratere Pascal, catena Sylvester (NW-N)

Librazioni Regione Est-Sudest:

– Librazioni Regione Est-Sudest:

Librazioni Regione Polare Sud:

– Librazioni Regione Polare Sud:
  • 30 Marzo. Fase crescente 05,95 giorni – Librazione cratere Boussingault
  • 31 Marzo. Fase crescente 10,09 giorni – Librazione cratere Schomberger

Note:

Immagini “Librazioni “: Su immagini tratte dal globo di “Virtual Moon Atlas”.

–  Dati e visibilità delle strutture lunari: Software “Stellarium” e “Virtual Moon Atlas”.

–  Ogni fenomeno lunare e rispettivi orari sono rapportati alla Città di Roma, dati rilevati tramite software “Stellarium” e dal sito http://www.marcomenichelli.it/luna.asp


Tutte le congiunzioni
del mese di marzo
sono su 

Coelum Astronomia n°260 di febbraio/marzo 2023

oppure

PROMO ABBONATI A TUTTO COELUM!

Abbonati o rinnova l’abbonamento alla versione cartacea e..

ottieni subito l’accesso a

Coelum Digitale e Coelum Voice

un unico abbonamento per accedere a tutto e in più…. porte aperte alla Community per scambiare commenti feedback ed inserire immagini in PhotoCoelum

  1. Coelum Cartaceo n°6 uscite dal 261 al 266 di febbraio/marzo 2024 (ben 12 pagine in più!)
  2. Coelum versione Digitale consultabile su ogni device (sono disponibili alla lettura tutti i numeri dal 2022 in poi)
  3. il nuovissimo Coelum Voice! Gli articoli pubblicati su Coelum in podcast, per approfondire in ogni momento libero!
  4. Accesso livello QUASAR alla Community

Valore complessivo dei servizi euro 113,34 – prezzo speciale offerta 63,00 euro* 

sconto 44% 

*più spese di spedizione in base alla modalità scelta

PER ABBONARTI CLICCA QUI

Offerta valida fino al 28 febbraio 2023


Vuoi essere sempre aggiornato sul Cielo del Mese?

ISCRIVITI alla NEWSLETTER!