AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
19 Settembre 2019
Ci sono 314 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Il Crepuscolo

Letto 12.606 volte
4 Commenti
Commenta
Il crepuscolo è l’intervallo di tempo dopo il tramonto caratterizzato dalla permanenza di una luminosità diffusa. Convenzionalmente vengono identificati tre tipi di crepuscolo: il crepuscolo civile, il crepuscolo nautico e il crepuscolo astronomico.
crepuscolo

I tre tipi di crepuscolo

CIVILE
È definito come l’intervallo di tempo, dopo il tramonto o prima del sorgere del Sole, in cui vi sia ancora abbastanza luce per compiere qualunque lavoro richieda la luce del giorno. Termina quando il Sole è sceso di 6° sotto l’orizzonte. Come istante (all’alba o al tramonto) è definito dall’istante in cui il Sole ha l’altezza –6° sull’orizzonte. Come intervallo di tempo (all’alba o al tramonto) è definito dall’intervallo di tempo che il Sole impiega a passare da 0° a –6° sull’orizzonte.

NAUTICO
È definito come l’intervallo di tempo dopo il tramonto o prima del sorgere del Sole, in cui vi sia ancora abbastanza luce per scorgere l’orizzonte marino, per poter effettuare misure d’altezza con il sestante. Il crepuscolo nautico termina quando l’orizzonte sparisce, il che capita quando il Sole raggiunge i 12° sotto l’orizzonte. Come istante (all’alba o al tramonto) è definito dall’istante in cui il Sole ha l’altezza –12° sull’orizzonte. Come intervallo di tempo (all’alba o al tramonto) è definito dall’intervallo di tempo che il Sole impiega a passare da 0° a –12° sull’orizzonte.

ASTRONOMICO
È definito come l’intervallo di tempo dopo il tramonto o prima del sorgere del Sole, in cui vi siano ancora in cielo delle tracce di luce. Il crepuscolo astronomico termina quando spariscono anche le ultime tracce di luce ed inizia la notte astronomicamente intesa, il che capita quando il Sole raggiunge i 18° sotto l’orizzonte. Come istante (all’alba o al tramonto) è definito dall’istante in cui il Sole ha l’altezza –18° sull’orizzonte. Come intervallo di tempo (all’alba o al tramonto) è definito dall’intervallo di tempo che il Sole impiega a passare da 0° a –18° sull’orizzonte.


Commenta

4 Commenti a “Il Crepuscolo”

  1. Probabilmente non ho afferrato il concetto, , ma non si dovrebbe definire “all’alba come l’intervallo di tempo che il sole impiega a passare da -18° a zero°? (quindi il nautico da – 12° a 0° ed il civile da -6° a 0°) ed al tramonto da 0° a – 18° ? (ecc) se mi chiarite grazie! cordiali saluti.

    • Paola De Gobbi scrive:

      Si, sarebbe più corretto, ma nel testo si fa riferimento al crepuscolo sia dell’alba che del tramonto, per semplificare si indica solo la fascia di gradi coinvolti dal crepuscolo. Poi chiaramente all’alba passerà da sotto l’orizzonte a zero per poi sorgere e al tramonto da zero a sotto l’orizzonte… ma la fascia di gradi è sempre quella, 18°/12°/6° sotto l’orizzonte.

  2. @Paola-DeGobbi
    Buongiorno, ho letto le sue spiegazioni sul crepuscolo civile, nautico e quello astronomico e ho capito come lei parla delle diverse posizioni del sole in due sensi, tramonto e sol levante. La sua spiegazione è ottima.
    Le chiedo gentilmente, se è possibile, come calcolare il tramonto a 0° e anche l’orario preciso in cui svanisce il crepuscolo rosso del tramonto dall’orizzonte, che mi sembra diverso (inferiore?) dai 18° di quello astronomico.
    La ringrazio molto per l’aiuto

    Kassim

    • Paola De Gobbi scrive:

      Caro Kassim,

      devo essere sincera, qui in redazione non ci è del tutto chiara la domanda, o ci manca qualche informazione. Provo a rispondere comunque.

      Per gli 0° si intende l’istante in cui la parte superiore del disco solare tocca l’orizzonte, cioè quando svanisce completamente sotto l’orizzonte. Per calcolare l’orario basterà un qualunque generatore di effemeridi o planetario (si tratta sempre di un istante teorico, poi c’è di mezzo la rifrazione della luce, lo stato del cielo all’orizzonte, l’inquinamento dell’aria, etc… che possono falsare la nostra precezione). Nel nostro cielo del mese diamo sempre i valori disponibili per il centro Italia.

      Per la seconda domanda, quello che posso aggiungere alle informazioni che già trova nella pagina, è che per crepuscolo astronomico si intende il momento in cui il cielo è completamente buio e sono visibili le stelle di sesta magnitudine (quindi tutte le stelle visibili ad occhio nudo, in condizioni ovviamente al meglio, cielo limpido e trasparente, assenza di inquinamento luminoso, etc.).

      Il crepuscolo nautico invece è stato stabilito indicativamente quando il cielo non è ancora buio ma sono visibili le stelle di prima magnitudine (utilizzate dai naviganti per stabilire la posizione in mare, per questo “nautico”). In quel caso può essere ancora visibile la luce del tramonto, anzi lo è senz’altro…

      Ma il “rossore” del tramonto può dipendere da tanti fattori, è una questione di rifrazione della luce del Sole nella nostra atmosfera (quindi può dipendere dall’altezza sul livello del mare in cui ci troviamo, dall’inquinamento del cielo che sserviamo, dalle condizioni metereologiche, etc…) non è quindi possibile stabilire parametri “matematici” per calcolarlo…

      I due tipi di crepuscolo sono istanti teorici “geometrici”, sempre per gli stessi motivi di cui sopra, ma possiamo senz’altro dire che è possibile ci sia ancora rossore del tramonto durante il crepuscolo nautico, quindi tra i 12° e i 18°, e quindi si inferiore ai 18°, ma calcolarne l’istante no.

      Se la domanda fosse diversa invece ti prego di aggiungere qualche informazione in più…

      a presto!

      Paola DG

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento