Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
26 Aprile 2018
Ci sono 253 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Iscrivi alla Newsletter di Coelum Astronomia
  • Commenti Recenti

  • Parole dal Sito

  • Seguici anche su Facebook!

  • Active Members

    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
     
  • Online Users

    Al momento non ci sono utenti online
  • Letto 2.254 volte
    Nessun commento
    Commenta
    Alle 12.39, con meno di un minuto di differenza rispetto al previsto, si è conclusa la missione per Rosetta, la sonda che ci ha aiutato e ci aiuterà ancora per molto tempo, a svelare i segreti delle comete.

    L'ultimo sguardo di Rosetta alla sua cometa: una foto scattata 10 secondi prima dell'impatto, a ~9 metri dalla superficie aliena di 67P.

    Così si conclude la missione Rosetta. Una sala operativa concentrata e in silenzio ha atteso la fine delle comunicazioni della sonda. Ha osservato il segnale sparire, momento che ha indicato l’avvenuto impatto con la cometa alle 12:39 ora italiana, segnale che a noi sulla Terra (non) è arrivato 40 minuti dopo.

    Abbracci e un lungo applauso dal team missione all’ESA hanno salutato la sonda, i cui dati e immagini terranno impegnati gli scienziati ancora per molto tempo.

    Su Polluce Notizie potete trovare tutti gli aggiornamenti del Gran Finale della missione che noi abbiamo seguito e integrato nella nostra pagina Facebook e Twitter aggiungendo passo passo testimonianze e commenti.

    Alcune delle ultime immagini ad alta definizione arrivate da Rosetta questa mattina. In alto a sinistra, un'immagine grandangolare realizzata da OSIRIS WAC alle 11:44 da 2,56 km di quota. Sono visibili due degli abissi che costellano la regione Ma'at, sul lobo minore della cometa. In alto a destra, una parete di uno degli abissi in Ma'at, realizzata dalla fotocamera OSIRIS NAC alle 11:52 da 2,20 km di quota. I blocchi di roccia visibili nella foto sono larghi qualche metro e potrebbero essere i resti dei cometesimi - i frammenti che si aggregarono a formare il nucleo della cometa oltre 4,5 miliardi di anni fa. In basso a sinistra, un mosaico di alcune delle ultime immagini grandangolari inviate da Rosetta. In basso a destra, un'immagine ancor più ravvicinata della parete di uno di questi abissi. La foto è stata scattata alle 12:07 da 1,50 km di quota.


    Per saperne di più sulla storia e le scoperte di questa straodinaria missione, anche attraverso le parole dei protagonisti, non perdete lo Speciale sull’ultimo numero di Coelum Astronomia!


    Scrivi un Commento

    Devi aver fatto il login per inviare un commento