AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
30 Novembre 2020
Ci sono 327 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Luna, Giove e Saturno, sempre più vicini alla Grande Congiunzione.

Letto 3.354 volte
Nessun commento
Commenta
Nuovo appuntamento con una congiunzione che stiamo seguendo ormai da qualche mese, accompagnata puntualmente dalla Luna che la raggiunge ad ogni passaggio nel suo percorso in cielo, e che vedrà il suo apice il mese prossimo, quando i pianeti saranno alla minima distanza. Non perdete il prossimo numero!

Il tardo pomeriggio del 19 novembre, alle ore 18:00, potremo assistere a una bella congiunzione tra la Luna e i pianeti Giove e Saturno. All’orario indicato il cielo sarà già scuro a sufficienza per distinguere non solo i brillanti pianeti, ma anche alcune delle stelle del Sagittario, costellazione in cui, come accaduto anche i mesi precedenti, avviene questa congiunzione.

Guardando dunque verso sud-sudovest, vedremo un brillante triangolo in cielo, a un’altezza di circa 21° sull’orizzonte: una falce di Luna (fase del 25%) si troverà alla sinistra dei due pianeti, a circa 3° e mezzo di distanza da Saturno (–0,6), prospetticamente situato più in alto, e poco meno di 6° da Giove (–2,0), situato invece più in basso di Saturno.

Guardando ancora più giù verso l’orizzonte, a sudovest, noteremo sicuramente le più brillanti stelle del Sagittario, quelle che delineano la famosa forma a teiera, in procinto di tramontare. Complessivamente si tratta di un bel quadretto celeste che potremo sicuramente apprezzare a occhio nudo e immortalare in uno scatto fotografico a largo campo.

Il consiglio è quello di non ridurre troppo la focale: con obiettivi fortemente grandangolari la nostra fotografia abbraccerà sicuramente un’ampia fetta di paesaggio ma renderà meno evidenti gli astri protagonisti della congiunzione. Meglio sarà sfruttare delle focali medie, per inquadrare i soggetti mantenendoli ben intelligibili avendo cura di introdurre nella ripresa elementi del paesaggio naturale o architettonico circostante.

A tal proposito potrebbe risultare più semplice attendere che Luna e pianeti siano più bassi: basterà attendere un’ora o poco più per avere i soggetti molto più in prossimità dell’orizzonte e quindi disponibili a creare interessanti giochi prospettici con gli elementi che ci circondano.

➜ Leggi anche Congiunzioni, una Magia nella Geometria del Cosmo, la rubrica astrofotografica di questo mese di Giorgia Hofer


Tutti consigli per l’osservazione del Cielo di Novembre su Coelum Astronomia 249

Leggilo subito qui sotto online, è gratuito!

Semplicemente lascia la tua mail (o clicca sulla X) e leggi!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento