×
 
1 Settembre 2014
Ci sono 293 utenti collegati
Abbonati subito a Coelum Astronomia!
Il Respiro della Terra
Hawaiian Starlight
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Draconidi 2011: incrociamo le dita!

Letto 10.562 volte
5 Commenti
Commenta
Quest’anno lo sciame delle Draconidi potrebbe dar luogo a una spettacolare tempesta di meteore.
Draconidi 2011

Il cielo verso nordovest come apparirà alle 22:00 del prossimo 8 ottobre. Al centro della scena ci sarà proprio la costellazione del Draco, con la testa alta circa 40° sull’orizzonte. La posizione del radiante, situato tra le stelle beta (Rastaban) e ni Draconis, è indicata dall’asterisco giallo. Il nostro consiglio è ovviamente quello di prepararsi all’evento raggiungendo località lontane da qualsiasi forma di inquinamento luminoso.

Come abbiamo ampiamente annunciato nello scorso numero (Coelum 151), lo sciame delle Draconidi, che si manifesta di solito debolmente l’8 ottobre, data in cui la Terra interseca il piano orbitale della cometa progenitrice 21P/Giacobini-Zinner, potrebbe quest’anno dare luogo a una spettacolare tempesta di meteore.

Secondo le previsioni, la sera dell’8 ottobre del 2011 la Terra passerà nei pressi di un gruppetto di filamenti di polveri rilasciati dalla cometa Giacobini-Zinner in occasione dei passaggi al perielio avvenuti tra il 1887 e il 1926. La maggior parte degli esperti ritiene che la Terra s’immergerà in un flusso molto consistente di particelle; qualcuno (come il russo Michael Maslov e il nostro Aldo Vitagliano) teme invece che il nostro pianeta attraverserà solo le parti periferiche e meno dense delle nuvole di polveri.

La pioggia di meteore dovrebbe manifestarsi con due picchi piuttosto ravvicinati nel tempo. Il primo è previsto per le 19:09 locali, difficile da seguire a causa del cielo ancora chiaro, mentre il secondo, previsto per le 21:57, sarà comodamente osservabile (anche se disturbato dalla presenza di una Luna che tramonterà solo verso le 4:20).

Le stime sul numero di meteore non possono essere precise, ma si parla di uno ZHR (tasso orario zenitale) variabile tra le 600 e le 1000 meteore l’ora. Visto che questa stima è fatta per lo zenit e per un cielo piuttosto scuro, è verosimile pensare che, se le previsioni verranno rispettate, potrebbero essere realmente visibili circa 300-400 meteore l’ora.

Forse non si tratterà di una tempesta come quelle davvero epocali del 1933 e del 1946, ma ci saranno comunque ottime probabilità di assistere ad un qualcosa che si preannuncia davvero emozionante e insolito per la stragrande maggioranza degli amatori (le tempeste di meteore sono infatti molto più rare delle eclissi di Sole, tanto per citare uno dei fenomeni più ricercati).

.

Altre risorse:

.

Commenta

5 Commenti a “Draconidi 2011: incrociamo le dita!”

  1. Marco scrive:

    Mi sono segnato la data da oltre un mese leggendo il Coelum. E quando mi vado a prendere l’influenza?

    Beh, un’occhiata l’ho data lo stesso. Avvistato qualche bel bolide. Non più di una al minuto, ma in burst (un paio assieme).

    Buon notte!

  2. paola scrive:

    Siamo stati io e roby con i gastrofili sul monte cimo vicino a catignano san giovanni illarione vr a vedere le Draconidi…bhe ne abbiamo viste tante e qualcuna proprio grande e con scia al seguito!!! Meraviglioso…che bello…il sapersi stupire da queste “stelle” e se pensiamo che sono pezzi di ghiaccio di una stella cometa passata più di cento anni fa…ancora più sconvolgente…come siamo piccoli di fronte all’universo!

  3. Maurizio scrive:

    Dalle 21:45 alle 21:30 a Cologno M.se. (mi)-
    Orizzonte libero da NW a E, altezza fino quasi allo zenith.
    Osservate 10 meteore da radiante draconidi più luminose della mag. 2.
    Due burst: il primo verso le 21, 2 meteore a 20 sec di distanza. Il secondo di 8 meteore in un paio di minuti.
    L’ultima molto bella e luminosa partita da sotto l’orsa min. e spenta quasi in auriga.
    Saluti

  4. Cristian scrive:

    Viste dal Monte di Pale vicino Foligno (915m), un vero spettacolo , dalle 21:45 circa alle 22:40 (l’ ultima avvistata)..
    Alcune veramente belle con una scia stupenda tra cui una di queste con una scia bella rosso fuoco partita dal cigno fino a spegnersi in prossimità di andromeda..
    Peccato per la luna quasi piena che faceva giorno l’ intero monte sicuramente se ne sarebbero viste il doppio..

    Bellissima serata comunque grazie anche al cielo piuttosto limpido…

  5. Stefano scrive:

    Mi sono proprio piaciute grazie anche al bel cielo limpido. L’ho osservate da Calusco d’Adda (BG) e ho calcolato uno ZHR=720 in 10 minuti a cavallo del massimo previsto (22:00). Molto bella è stata una nell’Orsa minore alle 22:01 con esplosione finale e magnitudine di circa -8/-10 ed altre due comparse insieme a pochissimi gradi di distanza.

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento