AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a [email protected]
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
1 Dicembre 2021
Ci sono 176 utenti collegati
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Asteroide near-Earth 99942 Apophis: Scatto e animazione

Letto 1.090 volte
Nessun commento
Commenta
Asteroide near-Earth 99942 Apophis: Scatto e animazione

Quella debole lucina indicata è un asteroide molto conosciuto, il suo nome è 99942 Apophis.

Questi corpi celesti hanno generalmente una forma irregolare e composti per la maggior parte da roccia e metalli, possono contenere tracce d’acqua ghiacciata e composti del carbonio. Nel Sistema Solare, tra Marte e Giove, è presente la "Fascia Principale degli Asteroidi", una regione ove vi sono milioni di corpi di questo tipo.

In base alle attuali teorie, considerando quelli più grandi, ovvero con diametro maggiore di 120 km, si pensa si siano formati per progressivo accrescimento durante le prime fasi della formazione del Sistema Solare, mentre i corpi più piccoli risulterebbero i residui degli innumerevoli urti tra corpi più grandi preesistenti.

Diversi asteroidi sono catalogati come NEO, near-Earth object, transitano molto vicino al nostro pianeta e in base a specifici parametri alcuni rientrano tra gli oggetti potenzialmente pericolosi.
99942 Apophis è rimasto per lungo tempo su valori superiori alla norma sulla Scala di Torino, un metodo di classificazione del pericolo di impatto associato agli oggetti di tipo NEO. Un oggetto riceve un valore da 0 a 10 in base alla probabilità di collisione;

La probabilità di impatto per l’aprile 2029 era stimato del 2,7%, ossia di 1 su 37. Con i suoi 320 metri di diametro avrebbe sprigionato un’energia pari a circa 510 megatoni, ovvero 39 230 bombe di Hiroshima.
Con le successive osservazioni fu determinata meglio l’orbita, per cui tra otto anni passerà in tutta sicurezza a a soli 31.000 km dalla Terra, più vicino dei satelliti geostazionari.

Animazione: https://www.youtube.com/watch?v=LeuquC9aY6w
Celestron C8", Riduttore/Correttore f/6.3, Canon eos 70 D, ISO 800,3×3′, guida ZWO ASI 224 MC su Skywatcher 70/500.

Data e Ora di acquisizione
13 Marzo 2021 alle 21:00
Condizioni del Cielo
Discrete
Diametro del Telescopio
203 mm (7")
Focale di Acquisizone
1261 mm
Soggetti
Schema Ottico del Telescopio
shmidt cassegrain C8
Marca del Telescopio
Celestron
Fenomeno o Evento Astronomico
Tipo Immagine
Dispositivo di Acquisizione
Altre Fotografie di questo Autore
Luna al 2.8%
Letto 1.430 volte
Commenti: 0
Urano
Letto 1.544 volte
Commenti: 0
Luogo di Osservazione
Clicca sul marker per visualizzare la descrizione

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento