Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
21 Gennaio 2018
Ci sono 264 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Tre mattine con Mercurio, Saturno e Luna. Guest star: la ISS

Letto 3.133 volte
Nessun commento
Commenta
Cambiano gli attori ma gli orari sono sempre quelli del mattino, con Giove e Marte sempre più alti in cielo puntiamo l’attenzione su Mercurio e Saturno, accompagnati dalla falce di Luna… e da un paio tra i migliori transiti del mese della Stazione Spaziale Internazionale!

La cartina del cielo propone una vista a largo campo della situazione che si presenterà la mattina del 13 gennaio, alle ore 7 circa, guardando verso sudest. Si può notare la stretta congiunzione tra Saturno e Mercurio, immersi nel chiarore del crepuscolo mattutino. Più in alto troviamo la Luna e più in alto ancora Marte e Giove. Nel momento descritto si potrà assistere anche al passaggio della ISS, per le cui circostanze e tempi precisi si consiglia di consultare un planetario aggiornato impostato sulle proprie coordinate geografiche. Nella cartina, la Luna è stata ingrandita per esigenze di rappresentazione grafica. Crediti immagini: Coelum Astronomia CC-BY

La mattina del 13 gennaio potremo assistere a una stretta congiunzione tra i due pianeti del mattino, Saturno e Mercurio.

Mercurio (mag. – 0,3), nel suo moto retrogrado sempre più basso all’orizzonte, incrocerà infatti il percorso di Saturno (mag. +0,5), che sta invece guadagnando altezza. Sorgeranno, a una distanza di soli 39′ l’uno dall’altro, dall’orizzonte sudest attorno alle 06:30, e poco dopo le 7:00 verranno raggiunti dalla luminosa Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che (per il Centro Italia) attraverserà il cielo passando alla destra di Giove e Marte (già molto alti in cielo), la Luna e quindi sparirà nei pressi della nostra strana coppia.

➜ Leggi la rubrica di Giuseppe Petricca sui principali passaggi della ISS

Potendo eseguire una ripresa a largo campo infatti, guardando più a sud, incontreremo prima la bella Antares, la stella alfa dello Scorpione (mag. +1,05) e, più in alto sempre verso sud, i pianeti Giove e Marte, nella Bilancia. Mercurio e Saturno saranno ancora molti bassi (attorno ai 5°) ma potremo seguirli fino a che non spariranno nella luce del mattino.

Un po’ meglio andrà il 14 gennaio, quando Saturno guadagnerà altezza superando Mercurio, e i due pianeti saranno quindi un po’ più alti sull’orizzonte, e potremo scorgere la falce di Luna, in fase 7%, in avvicinamento.

E ancor meglio il 15 gennaio, quando la sottilissima falce di Luna, ora al 3%, raggiungerà finalmente i due pianeti, ma per i dettagli continuate a leggere su Il Cielo di gennaio su Coelum Astronomia 218 a pag. 141 e 142 (lettura sempre gratuita!).

Come sempre, quando parliamo di sottili falci di Luna al crepuscolo, non possiamo non suggerire l’occasione di riprendere anche la sua Luce Cinerea Fotografare la Luce Cinerea della Luna

Le effemeridi giornaliere di Luna e pianeti le trovi nel Cielo di Gennaio

Leggi anche

➜ Scopri le costellazioni del cielo di gennaio con la UAI

➜ Storia, leggende, stelle e oggetti deepsky della costellazione dell’Eridano (II parte)

➜ La Luna di gennaio e la guida all’osservazione del margine orientale del Mare Serenitatis


✨ SPECIALE 2018. Tutti gli Eventi Celesti e le Missioni di Esplorazione Spaziale del Nuovo Anno!

Coelum Astronomia 218 di gennaio 2018 è online, come sempre in formato digitale e gratuito…
Semplicemente qui sotto, lascia la tua mail (o clicca sulla X) e leggi!

L’indirizzo email verrà utilizzato solo per informare delle prossime uscite della rivista.

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento