AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
17 Agosto 2019
Ci sono 224 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Iscrivi alla Newsletter di Coelum Astronomia
  • Commenti Recenti

  • Parole dal Sito

  • Seguici anche su Facebook!

  • Active Members

    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
     
  • Online Users

    Al momento non ci sono utenti online
  • Letto 6.521 volte
    Un Commento
    Commenta
    2014 RC misura “solo” 20 metri di diametro e al momento del massimo avvicinamento, alle ore 18:18 TU (20:18 in Italia), l’asteroide si troverà circa sopra la Nuova Zelanda, a una distanza pari a un decimo di quella che intercorre tra il centro della Terra e la Luna. Non ci sono rischi per il nostro pianeta

    Il percorso dell’asteroide 2014 RC che domenica 7 settembre "sfiorerà" la Terra passando, al momento della minima distanza, a poco più di 40 mila di chilometri dalla superficie. Crediti: NASA/JPL-Caltech

    .

    Un “piccolo” asteroide, soprannominato 2014 RC, passerà molto vicino alla Terra domenica prossima, 7 settembre, ma non ci saranno rischi per il nostro pianeta. Al momento del massimo avvicinamento, alle ore 18:18 TU, l’asteroide (il cui passaggio ravvicinato non è osservabile dall’Italia) starà transitando sulla Nuova Zelanda, a una distanza di poco più di 40 mila chilometri, circa un decimo di quella che intercorre tra il centro della Terra e la Luna.

    Gli astronomi stimano che l’asteroide misuri circa 20 metri di diametro. Il corpo roccioso, decisamente di piccole dimensioni, è stato scoperto la notte del 31 agosto nell’ambito del programma Catalina Sky Survey e poi avvistato di nuovo da alcuni ricercatori la notte successiva con il telescopio Pan-STARRS 1, alle Hawaii. Entrambe le osservazioni hanno confermato l’orbita dell’asteroide: 2014 RC passerà poco oltre l’anello in cui si trovano i satelliti geostazionari di comunicazione e meteorologici che orbitano a circa 36 mila chilometri sopra la superficie del nostro pianeta.

    Gli esperti sono certi che il piccolo corpo roccioso non costituisce un pericolo per il nostro pianeta; il suo passaggio ravvicinato costituisce invece una grande opportunità per i ricercatori di imparare qualcosa di più sugli asteroidi. L’orbita dell’asteroide intercetterà quella della Terra anche in futuro, ma a partire da domenica sarà costantemente monitorata.

    Commenta

    Un Commento a “L’innocuo asteroide che domenica “sfiorerà” la Terra”

    1. Tonini Marco scrive:

      Salve Eleonora, mi tranquillizza il fatto che non ci siano pericoli per la Terra. Mi dispiace che questa massimo ravvicinamento non sia fotografabile dall Italia. Ma…… lasciamolo passare. Un caro saluto e……alla prossima notizia!

    Scrivi un Commento

    Devi aver fatto il login per inviare un commento