AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
23 Settembre 2018
Ci sono 228 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Cinque mattine con Marte e Giove

Letto 3.661 volte
Nessun commento
Commenta
In gennaio saranno sicuramente protagonisti di una bella congiunzione i pianeti Marte e Giove che si avvicineranno via via con il passare dei giorni in un incontro davvero stretto e la cui lunga evoluzione risulterà di grande interesse per chi vorrà osservarla e fotografarla.

Questo riquadro mostra nel dettaglio l’evoluzione della congiunzione tra i pianeti Giove e Marte, evidenziando il moto dei due corpi celesti rispetto alle stelle di fondo. Crediti Coelum Astrnomia CC-BY

Iniziamo già nei primi giorni del mese, il 5 gennaio, quando, la mattina molto presto, verso le 4:00, potremo vedere dirigendo il nostro sguardo a est–sudest i due pianeti bassi sull’orizzonte, circa 7° per Giove e poco più per Marte. I due pianeti si troveranno a una distanza reciproca di circa 53′. Non molto distante potremo notare la presenza di Zubenelgenubi (mag. +2,75), la stella alfa della costellazione della Bilancia, che ospita la congiunzione. I due pianeti e la stella formeranno un bell’allineamento a tre.

Ovviamente con il passare delle ore i tre astri guadagneranno altezza, superando abbondantemente i 20° alle 6 circa del mattino, prima di perdersi del chiarore del crepuscolo, ma è quando sono più bassi che si avrà la possibilità di fotografarli includendo gli elementi del paesaggio circostante e creare una composizione interessante.

Per vederli al massimo avvicinamento dovremo però aspettare il 7 gennaio: appena 10′ circa li separeranno e la visione d’insieme risulterà di grande effetto. Marte più tenue e di colore rossastro (mag. +1,4) mentre Giove apparirà brillante (mag. –1,8) e di colore paglierino.

L’immagine mostra come apparirà la strettissima congiunzione tra i pianeti Marte e Giove che avverrà il 7 gennaio 2018, nella costellazione della Bilancia a poca distanza dalla stella Alfa Zubenelgenubi (mag. +2,75). Crediti Coelum Astronomia CC-BY

Nei giorni successivi potremo assistere al progressivo allontanamento dei due pianeti, il 9 gennaio, i due saranno nuovamente separati di poco più di 1°.

Questa magnifica e strettissima congiunzione costituirà un’ottima occasione non solo per osservare la “danza dei pianeti” ma anche per riprendere fotograficamente l’intera evoluzione come suggerito da Giorgia Hofer nel suo articolo pubblicato su Coelum Astronomia 202.

Volendo le riprese potranno coinvolgere anche un più ampio arco di tempo, infatti, la danza di Marte e Giove non finisce qui…

Le effemeridi giornaliere di Luna e piaeti le trovi nel Cielo di Gennaio

Leggi anche

➜ Organizzati in anticipo con Il Cielo di gennaio su Coelum Astronomia 218

➜ Scopri le costellazioni del cielo di gennaio con la UAI

e il Calendario degli eventi giorno per giorno


Tutti consigli per l’osservazione del Cielo di gennaio su Coelum Astronomia 218

Leggilo subito qui sotto online, è gratuito!

Semplicemente lascia la tua mail (o clicca sulla X) e leggi!

L’indirizzo email verrà utilizzato solo per informare delle prossime uscite della rivista.

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento