M20 & M21 in Sagittario

Nessun commento
Commenta


Condividi su FB

SE VUOI INVIARE QUESTO ARTICOLO COPIA IL LINK:

https://www.coelum.com/photo-coelum/photo/photo_framoro_m20-m21-in-sagittario


M20 & M21 in Sagittario

La Nebulosa Trifida (M20 o NGC 6514) è una regione di formazione stellare (H II) di circa 40 AL di diametro, situata nel Braccio del Sagittario della Via Lattea a circa 5.200 AL dal Sistema Solare. Si proietta nella costellazione del Sagittario e si stima che abbia solo 300.000 anni. La Nebulosa Trifida, è un’insolita combinazione di una nebulosa a emissione, rossa, con un giovane ammasso stellare aperto vicino al suo centro, circondata da una nebulosa a riflessione, di colore blu, particolarmente evidente all’estremità Nord, e da una nebulosa oscura (gli apparenti "vuoti" all’interno della nebulosa a emissione che causano l’aspetto trifido) anche nota come Barnard 85. Le molecole di idrogeno nella nebulosa a emissione al centro della Nebulosa Trifida vengono riscaldate da centinaia di giovani stelle brillanti che le fanno emettere luce rossa. La parte densa della nebulosa è un vivaio stellare pieno di stelle embrionali. Questo ammasso stellare, noto come C 1759-230, potrebbe essere l’ammasso stellare più giovane della Via Lattea. Il colore blu della nebulosa a riflessione deriva dai granelli di polvere cosmica che riflettono preferenzialmente la componente blu della luce stellare mentre diffonde la luce dalle nuove stelle che si sono formate nelle vicinanze e che brillano più intensamente nella parte calda e blu dello spettro visibile. In alcune parti della nebulosa ci sono polveri così dense che nascondono il gas incandescente, producendo le oscure strie di assorbimento. All’interno di questi vicoli oscuri, i resti delle precedenti nascite e morti stellari continuano a collassare sotto l’attrazione gravitazionale. L’aumento della densità, della pressione e della temperatura all’interno di queste macchie scure alla fine innescherà la formazione di nuove stelle.
A pochi primi di arco a Nord-Est da M20 si trova l’ammasso aperto M21 (o NGC 6531). Questo ammasso contiene una sessantina di stelle e ha una concentrazione centrale di stelle notevole per questo tipo di oggetto, essendo la distanza fra le stelle vicina all’anno luce. Le stelle più brillanti (magnitudine 8) sono molto giovani: l’età dell’ammasso è stimata in meno di 5 milioni di anni. Si ritiene che la distanza dell’ammasso dal Sistema Solare sia di circa 4.000 AL. Si ritiene che le stelle di M21 facciano parte dell’associazione Sagittarius OB1, gruppo di stelle giovani, calde e massicce di classe spettrale O e B (da cui il nome) che si trovano entro una ristretta regione di spazio e che emettono una grande quantità di luce ultravioletta che ionizza il gas circostante.
Light: 110x180sec
Dark, flat, dark dei flat
DSS + Photoshop + Gradient X-terminator

Data e Ora di acquisizione
12 Luglio 2023 alle 00:00
Filtri Utilizzati
Optolong L-Pro
Diametro del Telescopio
975 mm (38")
Focale di Acquisizone
975 mm
Soggetti
,
Schema Ottico del Telescopio
Rifrattore.
Marca del Telescopio
TS Optics 125/975
Tipo Immagine
Dispositivo di Acquisizione
Le tue immagini in PHOTOCOELUM