Home Appuntamenti del Mese Cielo del Mese ASTRAEA e FLORA insieme verso il LEONE

ASTRAEA e FLORA insieme verso il LEONE

Letto 2.348 volte
3

Ormai passato (433) Eros, al momento stazionario e perso da qualche parte nella Macchina pneumatica, il mese di marzo torna a proporci delle normali opposizioni di normali asteroidi di fascia.
I due più luminosi oggetti del mese, a parte Vesta e Cerere inosservabili per congiunzione eliaca, saranno questa volta (5) Astraea e (8) Flora, che si muoveranno in parallelo al di sotto della coda del Leone, separati di una decina di gradi. Entrambi sono vecchie conoscenze di questa rubrica, e come tali non dovrebbe esserci bisogno di presentazioni… se non fosse per il fatto che mi dispiace lasciare senza punti di riferimento i lettori ultimi arrivati (mio padre mi ripeteva spesso: non dare mai per risapute le cose, ogni sette anni c’è una generazione che le tue favole non le ha mai sentite).
Astraea, è un comune asteroide di fascia principale, dotato di una discreta eccentricità orbitale ma di dimensioni limitate visto che il suo diametro medio misura solo 119 km.

Leggi tutti i dettagli e i consigli per l’osservazione, con tutte le immagini, nell’articolo tratto dalla Rubrica Asteroidi di Talib Kadori presente a pagina 66 di Coelum n.157

Astraea
Appena sotto la parte posteriore del Leone, circa 7° a sud di Denebola (beta Leonis) e a est di Marte, in marzo si muoveranno su percorsi paralleli gli asteroidi più luminosi del mese tra quelli osservabili: (5) Astraea e (8) Flora. La sera del 1 marzo, Astraea si troverà 12 primi a ovest della stella nu Virginis, di mag. +4.
Asteroidi Marzo
Nella tabella vengono forniti i dati del sorgere, del transito, del tramonto, della massima altezza sull’orizzonte, della distanza dalla Terra, dell’elongazione rispetto al Sole e delle coordinate equatoriali calcolate per le ore OO:OO TMEC. Gli istanti sono in TMEC (TU+1 fino alle ore 2 del 25 marzo, TU+2 successivamente) e calcolati per una località situata a 12° E, 42° N.

Astraea e Flora

.

Articolo precedenteCongiunzione tra Venere e Giove il 13 Marzo
Articolo successivoLa GARRADD alla minima distanza

3 Commenti

    • Ad occhio nudo no, tieni conto che sotto un cielo buio di alta montagna, in una notte limpida e trasparente, se ci vedi bene puoi forse arrivare alla +6, in città, sempre in ottime condizioni difficilmente si arriva alla +4… Percio’ arrivare alla +9 ad occhio nudo non è possibile.

      con un semplice strumento dipende da cosa intendi, ma, sempre se le condizioni del cielo sono buone, si, dovresti poterli vedere anche con un buon binocolone..

      ma ti basta fare delle prove e vedere, anche solo guardando le stelle, a che magnitudine riesci ad arrivare con il tuo strumento e dalla tua postazione.