Home Appuntamenti del Mese Cielo del Mese Asteroidi – Buona (19) Fortuna a tutti anche da parte di (2062)...

Asteroidi – Buona (19) Fortuna a tutti anche da parte di (2062) Aten!

Letto 6.560 volte
0
asteroidi
Il percorso di (19) Fortuna in gennaio si svolgerà tutto nella parte inferiore della figura dei Gemelli, nei pressi delle stelle zeta e delta Geminorum, e in presenza di Giove. La massima luminosità e la minima distanza dalla Terra si verificheranno intorno al giorno 7, periodo in cui si potrà rivelare la presenza dell'asteroide anche solo con un binocolo.

EFFEMERIDI di Gennaio

relative agli oggetti descritti in Coelum n.177

Guardare la lista degli asteroidi in opposizione più brillanti della mag. +12, che è ovviamente la prima cosa da fare per avere una prima idea di quello che ci aspetta, non è questa volta di molto aiuto. Nessuno degli oggetti elencati propone infatti degli spunti abbastanza interessanti: né super opposizioni, né altre storie particolari da raccontare… Perso per perso, ho così deciso di rinunciare all’originalità e di affidarmi alla scelta di un pianetino che, a prescindere dallo spettacolo in grado di offrire, riuscisse almeno ad essere benaugurante per l’inizio del nuovo anno. E quale poteva essere questo simbolico portafortuna se non proprio (19) Fortuna, il cui nome dedico ovviamente a tutti i miei lettori? Fortuna è tra l’altro un oggetto di cui finora nella rivista avevamo parlato molto poco, quando invece per le sue notevoli dimensioni merita di fare senz’altro parte della Hall of Fame asteroidale.

tabella Asteroidi E anche per la sua storia, visto che fa parte del bottino di scoperte accumulate da John Russell Hind (1823-1895) lavorando nel piccolo ma fascinoso osservatorio privato fatto costruire dal mecenate George Bishop in Regents Park a Londra. Sotto quella piccola cupola, Hind scoprì una decina degli asteroidi che oggi consideriamo storici e, tra questi, il 22 agosto 1852, proprio Fortuna, che poi si rivelò un oggetto decisamente grande, un po’ penalizzato dalla sua superficie carboniosa. Come si può vedere dalla tabella in basso, Fortuna possiede la caratteristica di manifestare le proprie grandi opposizioni alternando intervalli di 19 e 23 anni. L’ultima c’è stata nel novembre 2005, quindi non potremo aspettarci niente di sensazionale da quella di quest’anno, che è da ritenersi soltanto discreta; anche se comunque la luminosità arriverà alla mag. +9,7!

Leggi tutti i dettagli e i consigli per l’osservazione, nell’articolo tratto dalla Rubrica Asteroidi di Talib Kadori presente a pagina 66 di Coelum n.177.

Articolo precedenteNel Cielo – Al largo di Murzim
Articolo successivoIl Cielo sepolto – Nel profondo della Fornace