Tempo di lettura: 2 minuti

Il video dell’occultazione di Betelgeuse ad opera di Antonio Piras (@antonio-piras)

 

Nella notte fra l’11 e il 12 dicembre, come previsto, l’asteroide Leona ha occultato la stella Betelgeuse. Antonio Piras, autore di Coelum e instancabile astrofilo, non ha mancato l’appuntamento, ecco le sue parole:

Ho rubato altri minuti al sonno per assemblare subito un video con il picco dell’occultazione.

Alle 2:14 Betelgeuse è stata parzialmente oscurata dall’asteroide Leona che dalla mia posizione ha generato una marcatissima riduzione di luminosità della stella alpha di Orione.
Domani e nei prossimi giorni lavorerò al video grezzo a 250 fps per ricavare, se possibile, qualche dato utile dalla curva di luce.”

Betelgeuse è la seconda stella più luminosa della costellazione di Orione ed è una delle preferite con il suo colore rosso penetrante. Ha fatto notizia nel 2020 quando si è inaspettatamente oscurato nel cielo a causa dell’espulsione di una nuvola di polvere da parte della stella stessa.

La costellazione di Orione che mostra Betelgeuse in alto a sinistra (Credito: Till Credner)

 

Le dimensioni stimate per l’asteroide 319 Leona sono di circa 80 km per 55 km che alla distanza di circa 1,8 unità astronomiche corrisponderanno ad una grandezza pari a 46×41 milliarcosecondi, sufficienti per coprire la gigante rossa che a distanza ben maggiore (oltre i 600 anni luce) occupa non più di 40-50 millisecondi d’arco quadrati.

Bisogna tuttavia ricordare che a condizionare l’occultazione che non appare nitida come avverrebbe con un’eclissi ma si mostra solo come un abbassamento della luminosità, concorrono due fattori: il primo è la rotazione dell’asteroide stesso che in alcuni momenti mostra a noi il lato più corto non sufficiente a coprire completamente l’astro, il secondo è l’atmosfera esterna della stella  che non occultata ha contribuito a diffondere luce.

L’occultazione si è presentata anche come un’occasione propizia per degli approfondimenti scientifici e studiare il corretto funzionamento di Betelgeuse. Nei prossimi mesi seguiremo con attenzione l’evolversi delle ricerche e i risultati estratti dai dati.


Vuoi essere sempre aggiornato sul Cielo del Mese?

ISCRIVITI alla NEWSLETTER!