Home News di Astronomia AGGIORNAMENTO DA UN NOSTRO LETTORE Eclissi di Sole marziana – il video...

AGGIORNAMENTO DA UN NOSTRO LETTORE Eclissi di Sole marziana – il video di Perseverance

Letto 399 volte
0

Aggiornamento del 22/04

Ci scrive Antonio Piras in merito a questa suggestiva eclissi marziana, inviandoci un’elaborazione personale di alcuni scatti solari del rover NASA Perseverance dalla superficie di Marte:

Nel Sol 397 della sua missione – 2 aprile sulla Terra – alle 8:20 del mattino marziano ha puntato verso il Sole la sua Left MastCam-Z impostandola al massimo zoom disponibile di 110 mm e ha scattato 160 immagini nell’arco di circa 47 secondi, riprendendo il transito del piccolo satellite Phobos. Con queste immagini, ordinandole in base al loro timestamp di acquisizione, è facile confezionare un breve video con la sequenza in tempo reale del transito.
Ho fatto un mio tentativo a riguardo (clicca sull’immagine per accedere al video):
fai click sull’immagine
Dopodiché la NASA ha rilasciato la sua versione, con upscaling e interpolazione dei frame, di fronte alla quale il mio video impallidisce 🙂
Ma c’è di più, e così veniamo finalmente all’immagine in oggetto.
Dei 160 frame grezzi scattati dal rover ho selezionato i 35 nei quali non compare la sagoma di Phobos.
Ho trattato queste immagini eliminando/riducendo gli hot pixel e ritagliando il disco solare (Gimp e Pipp), ho eseguito uno stacking dei circa 20 frame che l’algoritmo automatico ha classificato come migliori (AutoStakkert!) e infine aumentato il dettaglio tramite manipolazione della trasformata wavelet (Registax). È un flusso di lavoro abbastanza standard, che impiega software gratuiti, con cui migliaia di astrofili quotidianamente processano le proprie immagini planetarie.
Ma applicandolo a queste immagini di Perseverance, ecco che salta fuori una visione molto più dettagliata e azzarderei inedita del Sole visto da Marte.
credit Antonio Piras
Persino delle macchie solari si disegnano nitidamente sulla superficie della nostra stella, e alle più grandi di esse siamo in grado di dare un nome: nel quadrante inferiore sinistro ci sono AR2975 e AR2976, che pochi giorni prima del 2 aprile sono transitate in perfetta visibilità terrestre e si sono anche rese protagoniste di un brillamento rilevante a fine marzo.
Curiosità tecniche:
le due MastCam-Z sono una coppia di potenti camere zoom 26-110 che costituiscono gli occhi principali e a maggior risoluzione del rover. Sono dotate di 8 filtri in varie bande strette (e solo pochi di essi ridondati su entrambe le camere) per rapide osservazioni spettrografiche.
L’ultimo posto di ciascuna ruota è occupato da un filtro Neutral Density: ND5 per la Right-MastCam e ND6 per la Left. È stato proprio quest’ultimo a essere impiegato per l’osservazione del fenomeno astronomico del transito del satellite Phobos.

Grazie a Antonio Piras per questo contributo!

Articolo del 21/04

Perseverance ci regala queste immagini spettacolari di Phobos, una delle due lune di Marte, in transito davanti al Sole. [Video NASA completo in fondo all’articolo]

Appena 40 secondi la durata del passaggio di questa luna marziana a forma di patata, avvenuto il 2 aprile scorso e catturato dalla Mastcam-Z camera del rover.

L’eclissi è stata molto più breve rispetto a una tipica eclissi solare che coinvolge la Luna terrestre. Ma d’altronde anche Phobos ha decisamente dimensioni minori della nostra luna: ben 157 volte più piccola!

A caccia di eclissi da sempre

Le immagini di questa eclissi marziana sono solo le ultime di una lunga serie catturate dai veicoli spaziali della NASA.

Nel 2004, i rover gemelli Spirit e Opportunity hanno infatti scattato le prime foto in time-lapse di Phobos durante un’eclissi solare.

Curiosity non è stato da meno con i video girati dal suo sistema di telecamere Mastcam.

Ma Perseverance, atterrato a febbraio 2021, ha fornito il video più definito di un’eclissi solare di Phobos. Questo grazie al sistema di telecamere Mastcam-Z di nuova generazione a bordo del rover: un aggiornamento della già ottima Mastcam di Curiosity.

«Sapevo che sarebbe stato bello, ma non mi aspettavo che sarebbe stato così sorprendente», commenta Rachel Howson del Malin Space Science Systems a San Diego, membro del team Mastcam-Z che gestisce la telecamera.

Howson ammette che, sebbene Perseverance invii prima miniature a bassa risoluzione che offrono giù un assaggio delle immagini a venire, il team rimane sempre sbalordito dalle versioni a piena risoluzione: «Sembra un regalo di compleanno o una vacanza quando arrivano. Sai cosa sta arrivando, ma c’è ancora un elemento di sorpresa quando vedi il prodotto finale!»

Inoltre la Mastcam-Z ha un filtro solare che agisce come degli occhiali da sole per ridurre l’intensità della luce. Si possono così notare distintamente i dettagli nella forma dell’ombra di Phobos, come creste e dossi sul paesaggio lunare, oppure anche individuare macchie solari. Ed è come assistere all’eclissi esattamente come l’ha vista il rover da Marte!

Osservare queste eclissi marziane è utile anche per studiare il moto della stessa Phobos. Infatti gli scienziati sanno già che Phobos è condannata: la luna si sta avvicinando alla superficie marziana ed è destinata a schiantarsi sul pianeta rosso tra qualche decina di milioni di anni.

Ma le osservazioni dell’eclissi dalla superficie di Marte negli ultimi due decenni hanno permesso agli scienziati di affinare la loro comprensione della lenta spirale di morte di Phobos.

Maggiori info qui

credit video: NASA/JPL-Caltech/ASU/MSSS/SSI 

Articolo precedenteL’Anima, la Luna, la Donna e dintorni – Mostra fotografica
Articolo successivoLa Natura dello Spazio | maggio e agosto 2022