Home Articoli e Risorse On-Line Il rientro di Samantha Cristoforetti

Il rientro di Samantha Cristoforetti

Letto 536 volte
0
Credit: ESA

Cita una nota canzone “che sapore ha la felicità?” non sappiamo, ma il sorriso si!

Così ieri sera (il 14 ottobre 2022 alle 22:55 CEST) è apparsa Samantha Cristoforetti appena recuperata dopo l’ammaraggio del veicolo spaziale Crew Dragon Freedom che ha riportato a terra la missione Minerva.

L’astronauta dell’ESA Samantha Cristoforetti è rientrata sulla Terra insieme agli astronauti della NASA Kjell Lindgren, Bob Hines e Jessica Watkins, ponendo così fine alla sua seconda missione sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), denominata Minerva.

Samantha e gli altri membri dell’equipaggio, noto come Crew-4, sono tornati a bordo del veicolo spaziale Crew Dragon Freedom, che si è sganciato autonomamente dalla Stazione il 14 ottobre 2022 alle 18:05 CEST. Dopo aver completato una serie di burns da deorbita, Freedom è entrata nell’atmosfera terrestre e, il 14 ottobre 2022 alle 22:55 CEST, ha dispiegato i suoi paracadute per un ammaraggio morbido al largo delle coste della Florida.

I membri della Crew-4 sono partiti alla volta della Stazione Spaziale il 27 aprile 2022 e vi hanno trascorso quasi sei mesi, vivendo e lavorando in orbita come membri dell’Expedition 67 della ISS.

Nell’ambito della sua missione Minerva, Samantha ha sostenuto numerosi esperimenti europei e molti altri esperimenti internazionali in ambiente di microgravità. Ora volerà direttamente a Colonia, in Germania, dove sarà monitorata dal team di medicina spaziale dell’ESA mentre si riadatterà alla gravità terrestre presso il Centro Europeo Addestramento Astronauti (EAC) dell’ESA e la struttura “Envihab” del Centro aerospaziale tedesco (DLR).

Attualmente l’arrivo di Samantha a Colonia è previsto alle 16:00 CEST del 15 ottobre.

The SpaceX Crew Dragon Freedom spacecraft is seen as it lands with NASA astronauts Kjell Lindgren, Robert Hines, Jessica Watkins, and ESA (European Space Agency) astronaut Samantha Cristoforetti aboard in the Atlantic Ocean off the coast of Jacksonville, Florida, Friday, Oct. 14, 2022. Lindgren, Hines, Watkins, and Cristoforetti are returning after 170 days in space as part of Expeditions 67 and 68 aboard the International Space Station. Photo Credit: (NASA/Bill Ingalls)

Hines, Lindgren, Watkins e Cristoforetti hanno viaggiato per 72.168.935 miglia durante la loro missione, hanno trascorso 170 giorni a bordo della stazione spaziale e hanno completato 2.720 orbite attorno alla Terra. Lindgren ha registrato 311 giorni nello spazio sui suoi due voli e, con il completamento del loro volo oggi, Cristoforetti ha registrato 369 giorni nello spazio sui suoi due voli, diventando così la seconda nella lista di tutti i tempi per la maggior parte dei giorni nello spazio di una donna . La missione Crew-4 è stato il primo volo spaziale per Hines e Watkins.

L’equipaggio-4 ha continuato il lavoro sulle indagini che documentano come i miglioramenti alla dieta spaziale influenzino la funzione immunitaria e il microbioma intestinale, determinando l’effetto della temperatura del carburante sull’infiammabilità di un materiale, esplorando i possibili effetti negativi sull’udito degli astronauti dal rumore e dalla microgravità dell’attrezzatura e studiando se gli additivi aumentano o diminuiscono la stabilità delle emulsioni . Gli astronauti hanno anche studiato i cambiamenti indotti dalla microgravità nel sistema immunitario umano simili all’invecchiamento , hanno testato una nuova membrana per il recupero dell’acqua ed hanno esaminato un’alternativa concreta realizzata con un materiale trovato nella polvere lunare e marziana.

Scopri di più sul programma Commercial Crew della NASA su: https://www.nasa.gov/commercialcrew

 

Il veicolo spaziale, chiamato Freedom by Crew-4, tornerà in Florida per l’ispezione e l’elaborazione al Dragon Lair di SpaceX, dove i team esamineranno i dati e le prestazioni del veicolo spaziale durante il volo.

 

Il volo Crew-4 fa parte del Commercial Crew Program della NASA e il suo ritorno sulla Terra segue la scia del lancio SpaceX Crew-5 della NASA, che è attraccato alla stazione il 6 ottobre, dando inizio a un’altra spedizione scientifica.

 

L’obiettivo del Commercial Crew Program della NASA è un trasporto sicuro, affidabile ed economico da e verso la Stazione Spaziale Internazionale. Ciò ha già fornito ulteriore tempo di ricerca e ha aumentato le opportunità di scoperta a bordo del banco di prova della microgravità dell’umanità per l’esplorazione, incluso l’aiuto della NASA a prepararsi per l’esplorazione umana della Luna e di Marte.

Articolo precedente“Sì, come la Luna obbedisce ad Aglaonice”
Articolo successivoNuova versione Coelum Digitale