Home Articoli e Risorse On-Line Fuller Moon

Fuller Moon

Letto 289 volte
0

Le straordinarie immagini del fotografo Andrew McCarthy offrono uno spettacolo incredibile della superficie lunare, cogliendo dettagli mai osservati fino ad ora. Gli scatti sono stati ottenuti utilizzando un software 3D e 200.000 foto, sovrapposte poi l’una sull’altra per rivelare ogni grotta o montagna del paesaggio lunare.

Le fotografie mostrano ogni montagna e grotta nel paesaggio lunare, rendendo la luna più accessibile all’occhio umano. Credit: Andrew McCarthy

Il fotografo americano ha dichiarato: «Estrapolando ogni imperfezione della superficie della Luna, si può realmente mostrare quanto sia variegato il suolo lunare. Gli altopiani sono completamente craterizzati, mentre i mari si presentano con un basalto liscio ed uniforme. Con questi scatti spero d’interessare il grande pubblico ai futuri viaggi d’esplorazione sul nostro satellite».

Il fotografo americano Andrew McCarthy

Per realizzare le immagini finite, McCarthy ha sovrapposto le foto nel suo software tridimensionale tramite dei dati raccolti direttamente dalla NASA.

 

«Ho effettuato gli scatti durante le due settimane di luna crescente del mese di gennaio», conclude McCarthy, «Scegliendo le immagini con il maggior contrasto, ho allineato i diversi frame per evidenziare la ricca varietà della superficie. Non è stata una impresa facile! Giorno dopo giorno la Luna cambiava posizione, e ho dovuto quindi mappare le immagini su una sfera 3D per assicurare che tutti gli scatti fossero allineati correttamente».

L’astrofotografo McCarthy ha allineato migliaia di immagini delle fasi lunari per ottenere una risoluzione mai vista prima. Credit: Andrew McCarthy

Il suo lavoro sta affascinando un vastissimo pubblico di appassionati.

 

Potete trovare le foto della FULLER Moon sul profilo Instagram @cosmic_background, oppure sul sito di Andrew McCarthy: https://cosmicbackground.io/search?q=fuller+moon&options%5Bprefix%5D=last

BUONA OSSERVAZIONE!

Articolo precedenteEn route to the Moon again. This time to stay there! Pt. 2
Articolo successivoVortici e aurore pulsanti su Saturno