Home Articoli e Risorse On-Line 1987: l’Anno dei Botti

1987: l’Anno dei Botti

Letto 171 volte
0

Oggi è il 1° gennaio 1987 e già si sente l’odore degli anni ’90 che avanzano, un’altra decade bella tosta! Finite la vostra tazza di latte e Sprint che si parte! Quest’anno sarà ricco di sorprese, sia a livello scientifico che no.

Nei cinema usciranno robette come Terminator 2, Fuga dal futuro, Predator e Beverly Hills Cop II, uno dei pochi bis fighi quanto il primo. Ci sarà Robocop che protegge gli innocenti ed il profumo della Mattel che riecheggia nel film I dominatori dell’Universo: film da bypassare ma come competere con l’universo devastante collettivo dei Masters?

Patrick Swayze faceva sognare orde di ragazzine e Balle Spaziali sarà già un cult per piccoli nerd. Nel frattempo, le scienze pullulano di figosità, come è nel mood degli anni ’80. Il 23 febbraio verrà infatti scoperto il primo neutrino proveniente dallo Spazio al di là del Sistema Solare. Una supernova nella Grande Nube di Magellano, 1987A esploderà e sarà la prima visibile a occhio nudo, dopo quasi 400 anni, nell’emisfero australe della Terra, facendo così nascere una nuova branca dell’astronomia: la cosiddetta astronomia neutrinica.

Dal 1987 nulla sarà come prima. Infatti da quel momento i valori sui punti interi di una forma quadratica irrazionale, indefinita e con almeno tre variabili, formeranno un sottoinsieme denso dei numeri reali. E come se non bastasse verranno scoperte due stelle nane orbitanti dagli astronomi Benjamin Zuckerman ed Eric E. Becklin, della University of California, a Los Angeles. Sarà il primo sistema stellare di questo genere in assoluto.

Anche le comunicazioni faranno passi da giganti. Alcuni ricercatori della società IBM riusciranno a generare un solitone ottico, un’onda luminosa stazionaria, in una fibra ottica.
Dal lato genetico verrà messa a punto la tecnica del ‘gene targeting’., secondo cui sarà possibile inattivare un gene durante lo sviluppo embrionale di un organismo e seguire il destino fisiologico dell’animale. Grazie alla manipolazione genetica sarà anche possibile modificare virus e proteine. La genetica comincerà a farla da padrona coi i primi mammiferi modificati geneticamente per produrre farmaci e lo sviluppo dell’AZT per il trattamento dell’AIDS.

Anche i fumetti rispecchiavano le idee dell’epoca. E’ interessante vedere come i fumetti rispecchino le psicosi dell’epoca. Prima c’erano il nucleare e la radioattività, poi la manipolazione genetica, le malattie autoimmuni e infine la discriminazione verso il diverso. Ogni epoca porta con sé i timori e le vittorie delle loro generazioni. Come diceva Michael Jackson “The Whole World Has To Answer Right Now Just To Tell You Once Again, Who’s Bad”. Ma spesso il bene e il male danzano sulla lama di un rasoio e le ombre di una candela li illuminano a turno. Questa generazione porta a casa, fra le altre cose, Megaman, Final fantasy, e le manine appiccicose delle patatine.

Ti pare poco? Ora scappo che mi si scalda la One o One. Ciao belli!

Articolo precedenteCoelum n. 255 Aprile-Maggio APERTA LA PREVENDITA
Articolo successivoEffemeridi 2022