AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a [email protected]
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
18 Ottobre 2021
Ci sono 172 utenti collegati
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (0,00 / 5)
Loading ... Loading ...

Luna di Ottobre – “International Observe the Moon Night”

Letto 1.925 volte
Quest’anno cade il 16 ottobre la ricorrenza dell’ “International Observe the Moon Night”, un evento unico nel suo genere che riunisce tutti gli appassionati di astronomia per osservare il nostro argenteo satellite: la Luna.

ABSTRACT

Come ogni anno dal 2010, tra Settembre e Ottobre “International Observe the Moon Night” viene a costituire una imperdibile occasione per ritrovarsi davanti ad un telescopio o un binocolo ad osservare il satellite della Terra: la Luna. Questo per la serata del 16 Ottobre 2021, si tratta di un evento pubblico sponsorizzato dalla “Missione Lunar Reconnaisance Orbiter“, dalla Divisione di esplorazione del Sistema Solare presso il “Goddard Space Center” della NASA, oltre ad altre organizzazioni impegnate ad incoraggiare l’osservazione e la comprensione di tutto quanto riguarda la nostra Luna. In Italia tale iniziativa viene promossa da INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica oltre che dall’UAI – Unione Astrofili Italiani, divenuta partner ufficiale di questo evento.

L’invito è rivolto praticamente a tutti gli appassionati a livello planetario, celebrando questo importante evento con la propria partecipazione come osservatori lunari, oppure impegnandosi nell’organizzazione della serata del 16 Ottobre. Nel caso specifico il nostro satellite si troverà in una delle migliori condizioni osservative in fase di 10,3 giorni e, dopo essere sorto alle ore 17:19, si renderà perfettamente visibile culminando in meridiano alle ore 22:31 ad un’altezza di +31° per poi andare a tramontare a notte inoltrata. Anche in questa fase lunare, tre giorni dopo il Primo Quarto, sarà possibile ammirare un’infinita quantità di dettagli e panorami mozzafiato, antichissime testimonianze della tumultuosa storia geologica del nostro satellite.

Ma “guardare la Luna” dovrà avere anche un significato ben oltre la semplice “osservazione al telescopio“. Infatti tra gli obiettivi dell’”International Observe the Moon Night” vi è anche quello di unire le persone di tutto il mondo nella consapevolezza in merito ai programmi della NASA riguardo l’esplorazione lunare e dello spazio in generale.

Fasi della Luna

A chiunque osservi il nostro satellite naturale, anche senza l’ausilio degli appositi strumenti ottici, non sarà certamente sfuggito un fenomeno dovuto alla differente collocazione che il nostro pianeta e la Luna acquisiscono rispetto al Sole durante i loro moti: sono le Fasi Lunari . Quando il nostro satellite viene a trovarsi in una posizione fra il Sole e la Terra rivolge verso il nostro pianeta il suo lato buio risultando quindi invisibile. In questa fase, detta appunto Luna Nuova, la nostra stella e la Luna sorgono e tramontano praticamente insieme. Quando invece siamo in presenza di un allineamento in cui il nostro pianeta viene a trovarsi tra il Sole ed il nostro satellite naturale siamo in Luna Piena. In questo caso l’emisfero lunare rivolto verso di noi ci appare completamente illuminato.

Quando la Luna è a metà del suo percorso e l’angolo formato da Sole – Terra – Luna risulta essere di 90° il nostro satellite ci consente di osservare metà del suo emisfero illuminato dalla luce del Sole: ci troviamo in questo caso al Primo o all’Ultimo Quarto. La Luna per compiere un giro completo di 360° intorno al nostro pianeta nel corso del mese siderale impiega 27 giorni – 7 ore – 43′ – 11″. Per mese sinodico (o lunare) si intende l’arco di tempo intercorso tra una LUNA NUOVA e l’altra, mediamente 29 giorni – 12 ore – 44′, durata variabile a causa delle irregolarità del moto lunare. La rotazione del nostro satellite intorno alla Terra ed il contestuale spostamento a causa del suo moto di rivoluzione intorno al Sole sono all’origine delle differenze tra mese siderale e mese sinodico.

Osservazioni  Luna di Ottobre

Alle ore 00:00 dei primi giorni di ottobre il nostro satellite si è trovato pochi gradi sotto l’orizzonte, mentre un’ora più tardi, alle 01:01, è sorto in età di 24 giorni, già pronto a farsi ammirare nella sua fase calante. In genere, basta attendere circa due ore per poi orientare il proprio telescopio sulle innumerevoli strutture situate lungo la linea del terminatore, tra cui le regioni del Sinus Iridum, Aristarchus Plateau, Kepler, Mare Humorum, fino alle rispettive cuspidi nord e sud, tenendo presente che in luna calante è possibile scandagliare in dettaglio, tra l’altro, anche l’enorme e scura distesa basaltica dell’Oceanus Procellarum.

Alle ore 13:05 del 6 Ottobre è stato possibile osservare la Luna Nuova con la rituale ripartenza di un nuovo ciclo lunare, e con la fase crescente che di sera in sera porterà progressivamente il nostro satellite nelle migliori condizioni osservative delle ore serali.

Luna Nuova: Siamo all’inizio del nuovo ciclo lunare col Sole e la Luna in congiunzione. In questo caso il lato della Luna rivolto verso la Terra ci appare completamente buio, mentre l’altro emisfero lunare è completamente illuminato. Luna fra Terra e Sole, sorge al mattino e tramonta la sera.

Mentre dal 13 Ottobre, la fase di Primo Quarto si avrà alle ore 05:25, ma con la Luna a -60° sotto all’orizzonte, mentre per osservare al telescopio questa spettacolare fase lunare sarà sufficiente attendere le ore 19:30 circa della medesima serata, con transito in meridiano alle ore 19:56 a +19°. Nel caso specifico avremo tutta la serata per scorrere col telescopio in lungo e in largo sulla superficie lunare, andando alla ricerca di una infinita quantità di strutture geologiche delle più svariate dimensioni, situate in prossimità del terminatore, oltre alle vaste e scure aree basaltiche dei mari Frigoris (lato est), Serenitatis, Tranquillitatis, Fecounditatis, Crisium, Nectaris, senza dimenticare che anche lungo l’estremo bordo lunare è possibile effettuare dettagliate osservazioni.

Primo QUARTO: Siamo al punto in cui la Luna è a 1/4 della sua orbita e dal nostro emisfero vediamo metà del disco lunare illuminato, precisamente quello a destra. Al contrario, nell’emisfero australe in questa fase la metà illuminata sarà quella di sinistra.

Pochi minuti dopo la mezzanotte il nostro satellite scenderà sotto l’orizzonte. Al culmine della fase crescente, alle ore 16:57 del 20 Ottobre si avrà il Plenilunio con la Luna a -17° sotto l’orizzonte ma pronta a sorgere alle ore 18:39 per mostrarsi in tutto il suo controverso splendore a partire dalle 19:30 circa fino all’alba del mattino seguente. Segnalo che il punto di massima librazione corrisponderà alla regione intorno al mare Humboldtianum, in prossimità del bordo nordest. Nel caso specifico la Luna sarà a 401300 km dalla Terra e con un diametro apparente di 29.78′.

Luna PIENA: In questo caso Sole e Luna vengono a trovarsi in opposizione. In determinate occasioni, in presenza di un corretto allineamento fra Luna Piena, Sole e Terra, la Luna entrerà nell’ombra del nostro pianeta ed avremo un’eclissi lunare. Terra fra Luna e Sole, sorge la sera e tramonta al mattino.

A metà strada del percorso discendente fra Plenilunio e Novilunio, alle ore 22:05 del 28 Ottobre il nostro satellite sarà in Ultimo Quarto a -13° sotto l’orizzonte ma pronto a sorgere qualche ora più tardi, alle ore 23:50, quando si renderà visibile per tutta la notte fino ad avvicinarsi al meridiano alle prime luci dell’alba. Nelle ultime notti del mese la Luna ritarderà sempre più il suo sorgere limitando la sua osservabilità alle più profonde ore della notte, in attesa del successivo Novilunio che vedremo nel prossimo mese di Novembre.

Ultimo Quarto: Giunta ormai a 3/4 della sua orbita alla Luna manca infatti proprio l’ultimo quarto per completare il suo moto di rivoluzione. Nel caso specifico vediamo illuminata la metà opposta del disco lunare rispetto al primo quarto, cioè il lato alla nostra sinistra, al contrario di quanto accade nell’emisfero australe dove la metà illuminata è quella a destra.

Le Falci lunari di Ottobre

Per chi segue le falci di Luna si inizia subito una bella falce di 26 giorni che è sorta alle ore 03:18 del 3 Ottobre fa le stelle del Leone. Tipica fase questa con la Luna letteralmente “tagliata in due”, in cui si nota la parte nord con la scura distesa basaltica del settore più occidentale di Procellarum in netto contrasto con la parte sud in cui vi è una netta prevalenza delle più chiare rocce anortositiche degli altipiani, ma con l’immancabile “isola nera” del cratere Grimaldi.

La notte successiva, il 4 Ottobre, alle ore 04:31 invece è sorta una più sottile falce di 27 giorni, ma con meno tempo a disposizione per eventuali osservazioni col telescopio. La notte del 5 Ottobre solitamente si ha la solita e immancabile “falce problematica” (età di 28.1 giorni) in quanto sorge intorno alle ore 05:47. In questo caso, al fine di operare in condizioni di sicurezza evitando di intercettare la luce solare, è opportuno effettuare eventuali foto con la Luna sulla linea dell’orizzonte. Passando ora alle falci in Luna Crescente, l’8 Ottobre è stato possibile osservare una falce (anche questa “problematica”) di 2,3 giorni, tramontata poi alle 20:04. In caso di eventuali riprese fotografiche, è stato importante operare in condizioni di sicurezza per non intercettare la luce del Sole.

La sera successiva, il 9 Ottobre, è stato visibile per circa un’ora una comoda e larga “falce” di 3,3 giorni, che alle 20:36 è scesa sotto l’orizzonte. Nel caso specifico si renderanno visibili l’area del mare Crisium e gran parte del mare Fecounditatis, oltre alle rispettive cuspidi nord e sud. Infatti, per questa tipologia di osservazioni, oltre agli ormai noti parametri osservativi, è determinante disporre di un orizzonte il più possibile libero da ostacoli.

Librazioni di Ottobre: (In ordine di calendario, per i dettagli vedere le rispettive immagini). Si precisa che, per ovvi motivi, non vengono indicati i giorni in cui i punti di massima Librazione si discostano dalla superficie lunare illuminata dal Sole.

Librazioni Regione Sudovest:

- 01 Ottobre: Fase 24 giorni, sorge 01:01 – tramonta 17:01

- 02 Ottobre: Fase 25 giorni, sorge 02:07 – tramonta 17:34

- 03 Ottobre: Fase 26 giorni, sorge 03:18 – tramonta 18:02

- 04 Ottobre: Fase 27 giorni, sorge 04:31 – tramonta 18:26

Librazioni Regione Nordest-Est:

- 11 Ottobre: Fase 05.4 giorni, sorge 13:39 – tramonta 22:08

- 12 Ottobre: Fase 06.4 giorni, sorge 14:44 – tramonta 23:09

- 13 Ottobre: Fase 07.4 giorni, sorge 15:38 – tramonta ——

- 14 Ottobre: Fase 08 giorni, sorge 16:19 – tramonta 00:18

- 15 Ottobre: Fase 09 giorni, sorge 16:52 – tramonta 01:31

- 16 Ottobre: Fase 10 giorni, sorge 17:19 – tramonta 02:43

- 17 Ottobre: Fase 10.6 giorni, sorge 17:41 – tramonta 03:54

- 18 Ottobre: Fase 11.6 giorni, sorge 18:01 – tramonta 05:03

- 19 Ottobre: Fase 12.6 giorni, sorge 18:20 – tramonta 06:09

- 20 Ottobre: Fase 14.4 giorni, sorge 18:39 – tramonta 07:15

Librazioni Regione Sudovest:

- 26 Ottobre: Fase 19,5 giorni, sorge 21:51 – tramonta 13:30

- 27 Ottobre: Fase 20,4 giorni, sorge 22:47 – tramonta 14:18

- 28 Ottobre: Fase 21,4 giorni, sorge 23:50 – tramonta 14:59

- 29 Ottobre: Fase 22,4 giorni, sorge ——  – tramonta 15:43

- 30 Ottobre: Fase 23,5 giorni, sorge 00:57 – tramonta 16:02

- 31 Ottobre: Fase 24,5 giorni, sorge 02:08 – tramonta 16:27

Immagine delle Librazioni Regione Sudovest dal 01 - 04 al 26 -31 Ottobre

e delle Librazioni Regione Nord-Est dal 11 – 20 Ottobre