Home Appuntamenti del Mese Cielo del Mese Cielo di Dicembre 2018

Cielo di Dicembre 2018

Letto 5.166 volte
0
Aspetto del cielo per una località posta a Lat. 42° - Long. 12°E La cartina mostra l'aspetto del cielo alle ore (TMEC): 1 Dic. > 23:00; 15 Dic. > 22:00; 30 Dic. > 21:00. Crediti: Coelum Astronomia CC-BY

EFFEMERIDI
(mar. – ott. 2018)

Luna

Sole e Pianeti

Al centro delle nostre attenzioni ci sarà quel complesso di costellazioni che è ben rappresentata dalla grande figura di Orione. Verso la metà del mese l’imponente figura del “cacciatore” celeste sarà ancora defilata verso sudest, mentre saranno già in meridiano il Toro, con la bella Aldebaran al centro dell’ammasso delle Iadi e, più in basso, il dolce fluire delle acque stellari dell’Eridano.

A ponente scenderanno lentamente gli asterismi che qualche mese fa si trovavano allo zenit (Pegaso e Cigno su tutti), mentre a est si preannunciano già il Cancro e la caratteristica figura del Leone. Più tardi, nel corso della notte, sorgerà anche il Boote, con la brillante Arturo, mentre staranno già scendendo verso l’orizzonte occidentale la Balena, i Pesci e Andromeda.

➜ Continua l’esplorazione del Cielo di dicembre con la UAI che questo mese ci porta nel complesso molecolare di Orione!

IL SOLE

All’inizio di dicembre il Sole si troverà nella costellazione zodiacale dell’Ofiuco e passerà in quella del Sagittario il giorno 18. Sempre più bassa e immersa nella foschia, la nostra stella raggiungerà in questo periodo, più precisamente il giorno 21, la minima altezza sull’orizzonte al momento del passaggio in meridiano (+24,6°). Sarà questo il giorno del Solstizio invernale.

➜ Continua a leggere sul Cielo di Dicembre

COSA OFFRE IL CIELO

Per quanto riguarda i pianeti, Venere continua ad essere il protagonista del mattino, affiancato a dicembre anche da Mercurio, mentre Saturno sparirà piuttosto velocemente, potremo dargli un ultimo sguardo solo nella prima decade del mese. Marte continua ad allontanarsi dalla Terra e a tramontare sempre prima, ma potremo comunque goderne per tutta la serata. Giove in uscita dalla congiunzione eliaca apparirà nel cielo del mattino solo dopo la metà del mese. Tra le opposizioni asteroidali di maggior rilievo per dicembre, si distingue (6) Hebe, che nel corso del mese potremo anche riprendere nei dintorni della bella Nebulosa Rosetta.

Per quanto riguarda gli sciami meteorici è finalmente venuto il momento di quello che, assieme alle Perseidi estive, è sicuramente lo sciame che può dare più soddisfazioni!

➜ Leggi Arrivano le Geminidi!

I consigli che Giorgia ci ha dato il mese scorso per le Leonidi, sono comunque validi anche in questo caso, come tutti i consigli dati per le stelle cadenti estive!

Ma tanti saranno gli appuntamenti con il cielo di questo mese, complice la Luna e i tanti pianeti visibili.  Organizzati in anticipo con il:

➜ Cielo di Dicembre su Coelum Astronomia 228


Hai compiuto un’osservazione? Condividi le tue impressioni, mandaci i tuoi report osservativi o un breve commento sui fenomeni osservati: puoi scriverci a segreteria@coelum.com.
E se hai scattato qualche fotografia agli eventi segnalati, carica le tue foto in
PhotoCoelum!

E ancora su Coelum astronomia 228

ISS 2 bianconi

➜ La LUNA di dicembre.
Approfondimento: Guida all’osservazione della Regione tra i crateri Rocca e Vieta

➜ Leggi le indicazioni di Giuseppe Petricca sui principali passaggi della ISS

Comete. Wirtaten, non deluderci!

Il meraviglioso campo della costellazione del Toro. I parte.

e il Calendario di tutti gli eventi di dicembre 2018, giorno per giorno!

Da Coelum astronomia 223 non dimentichiamo invece Catch the Iridium! Un appello per tutti gli astrofotografi, riprendiamo gli iridium flare prima che… scompaiano!


Tutti consigli per l’osservazione del Cielo di Dicembre su Coelum Astronomia 228

Leggilo subito qui sotto online, è gratuito!

Semplicemente lascia la tua mail (o clicca sulla X) e leggi!

L’indirizzo email verrà utilizzato solo per informare delle prossime uscite della rivista.

Articolo precedenteMarte. Il buongiorno da InSight: la sonda è atterrata ed è già al lavoro!
Articolo successivoUnione Astrofili Senesi