AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
23 Novembre 2020
Ci sono 281 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Iscrivi alla Newsletter di Coelum Astronomia
  • Commenti Recenti

  • Parole dal Sito

  • Seguici anche su Facebook!

  • Active Members

    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
     
  • Online Users

    Al momento non ci sono utenti online
  • Letto 5.650 volte
    8 Commenti
    Commenta
    Arrivano le prime immagini. Il lander Philae è posato sulla cometa perfettamente funzionante, i segnali vengono regolarmente acquisiti dalla sonda Rosetta e dal Centro di Controllo di Darmstatd.

    Philae ci mostra, attraverso la camera CIVA, di essere sano e salvo sulla superficie della cometa. Nel pomeriggio è atteso il rilascio del primo panorama a 360°, sempre grazie a CIVA.Credit: ESA/Rosetta/Philae/CIVA

    Benvenuti sulla cometa

    Eccola finalmente la prima immagine (unione di due scatti) in arrivo dalla superficie della cometa. Philae ci mostra, attraverso la camera CIVA, di essere sano e salvo e nel pomeriggio è atteso anche il rilascio del primo panorama a 360° mai ripreso dalla superficie di una cometa, sempre grazie alla camera CIVA a bordo del lander.

    Fino ad ora la situazione non era ancora ben chiara, si sapeva che:

    1) Gli strumenti a bordo di Philae sembrano in buona efficienza a parte gli arpioni che non si sono attivati.
    2) Le viti di ancoraggio montate sulle zampe del lander sembrano però aver fatto presa, e al momento Philae è da ritenersi stabile.
    3) Il terreno sembra comunque più morbido di quanto ci si aspettava. Ancora ignota è invece l’inclinazione del lander rispetto al terreno.

    Sembra anche che il lander sia “rimbalzato” ma atterrando una seconda volta senza altre conseguenze prima di adagiarsi sulla superficie (la forza esercitata da Philae sulla superficie della cometa è paragonabile ad un grammo sulla superficie della Terra). Gli strumenti a bordo funzionano, Philae comunica regolarmente con Rosetta e con il Centro di Controllo, e numerosi sono i dati già raccolti e inviati.

    Restiamo in attesa di altre immagini, ma soprattutto della conferenza stampa delle 14, nella quale speriamo di avere qualche  notizia certa in più.

    Se vi siete persi la diretta ESA di ieri, nel nuovo canale Youtube di Coelum trovate le registrazioni delle due fasi salienti della giornata commentate in italiano dal nostro Luigi Morielli!

    Commenta

    8 Commenti a “Philae e la cometa: la prima immagine dalla superficie!”

    1. Tonini Marco scrive:

      L’ultima parte del servizio del TG4, rilanciato da Daily Motion, parla di una spesa complessiva per la missione di 100 milioni di euro, (200 miliardi delle vecchie Lire), dichiarati “un po troppi” per arrivare su un semplice “sasso viaggiante nello spazio”.

    2. Giorgia Hofer scrive:

      Sicuramente i soldi spesi per le squadre di calcio sono spessi meglio…. Ufff :( …. che tristezza

    3. Errata Crrige. Meglio spenderli negli armamenti? visto che noi sappiamo fare solo guerre e distruggere questo pianeta.

    4. Guido Busacca scrive:

      Senza la ricerca spaziale, non ci sarebbero i satelliti, con tutte le applicazioni relative.
      Il velcro è stato inventato per chiudere la meglio le tute degli astronati ecc.
      Come sempre, é come si spendono o non si spendono i soldi e, in questi giorni, ne abbiamo un lampante esempio.

    5. A proposito di quello che dice Marco.Ieri stavo guardando rai1 per aggiornamenti della Rosetta:elena ceste e spazio ad una “veggente” che “sapeva tutto” mentre la ricerca italiana,di altissimo livello,veniva ignorata.Mi e’ venuto da vomitare.Il prossimo canone sarà cestinato senza pietà.A proposito:l’inutile Torino-Lione tangentista vale 35 missioni Rosetta.

    Scrivi un Commento

    Devi aver fatto il login per inviare un commento