×
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
25 Giugno 2017
Ci sono 246 utenti collegati
Atik Cameras
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia
Iscrivi alla Newsletter di Coelum Astronomia
  • Commenti Recenti

  • Parole dal Sito

  • Seguici anche su Facebook!

  • Active Members

    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
    Avatar membro
     
  • Online Users

    Al momento non ci sono utenti online
  • Letto 10.634 volte
    Un Commento
    Commenta
    Si è spento oggi, 25 maggio, a Madrid per un malore all’età di 73 anni. Ci piace immaginarlo ora tra quelle stelle che ha passato una vita a studiare e a far conoscere al grande pubblico di tutto il mondo.

    Addio a Giovanni Bignami… ci piace immaginarlo ora tra quelle stelle che ha passato una vita a studiare e a far conoscere al grande pubblico di tutto il mondo.
    Si è spento oggi, 25 maggio, a Madrid per un malore all’età di 73 anni.

    La notizia, apparsa in rete questa mattina come un fulmine a ciel sereno e ben presto diffusa su tutti i canali social, è stata confermata dalla moglie Patrizia Caraveo, attuale direttrice dell’INAF Iasf di Milano, e Nichi D’Amico, presidente dell’INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica.

    «Si tratta di una grave e inaspettata perdita per la Comunità», commenta Nichi D’Amico, «un personaggio e un amico autorevole, un instancabile artefice di tanti successi dell’astrofisica italiana».

    Giovanni Bignami, astrofisico e divulgatore di fama mondiale, attualmente era presidente del consiglio di amministrazione del progetto SKA. In precedenza aveva ricoperto il ruolo di presidente dell’ASI, dell’INAF e del COSPAR, il Comitato mondiale per la Ricerca Spaziale. Autore di numerosi libri, si è dedicato alla divulgazione scientifica, che lo ha fatto conoscere al grande pubblico grazie anche alla sua presenza in Superquark, la nota trasmissione RAI condotta da Piero Angela, dove, con parole semplici e alla portata di tutti, raccontava le meraviglie del nostro Cosmo.

    Noto anche per le sue lunghe ricerche su Geminga, la prima stella di neutroni senza emissione radio a cui ha dato il nome, gli era stato dedicato l’asteroide 6852 Nannibignami scoperto nel 1985.

    Sempre gentile e disponibile, esprimendo il nostro cordoglio alla famiglia, lo ricordiamo attraverso la lunga chiacchierata avuta in occasione della scoperta di Proxima b, il pianeta extrasolare più vicino alla Terra mai scoperto. Potete leggere gratuitamente l’intervista su Coelum Astronomia 204.


    Asteroidi pericolosi e Rischio da Impatto
    Coelum Astronomia 212 di giugno 2017 è online, come sempre in formato digitale e gratuito…
    Semplicemente qui sotto, lascia la tua mail (o clicca sulla X) e leggi!

    L’indirizzo email verrà utilizzato solo per informare delle prossime uscite della rivista.


    Commenta

    Un Commento a “Addio a Giovanni Bignami”

    1. Mauro Muscas scrive:

      Un addio a un uomo che ha dato molto all’Astronomia, soprattutto alla sua divulgazione, utilizzando parole semplici e comprensibili da tutti. Come non ricordarlo con quel suo sorriso che lo caratterizzava, mentre rispondeva alle domande di Piero Angela in una delle ultime serie televisive di Quark.

    Scrivi un Commento

    Devi aver fatto il login per inviare un commento