Un uomo tranquillo

0
Un uomo tranquillo

Cose NotevoliAd Oriana Fallaci Armstrong non era simpatico: lo disse chiaramente in un libro pubblicato l’anno successivo allo sbarco sulla luna, riportando un’intervista del 1964: «la faccia (…) è dominata da un nasino all’insù, dispettoso, e da una bocca a salvadanaio, maligna, dove il labbro superiore è invisibile perché troppo sottile. Le guance sono infantili, rotonde. Gli occhi sono piccoli, azzurri, e di rado si piantano con decisione nei tuoi. La pelle è rosea, lentigginosa. I capelli, color biondo carota, cortissimi. E anche se scendi al corpo che è lungo, irrobustito da faticosi esercizi in palestra, concludi che il tutto è decisamente antipatico». Poi, dopo averlo descritto imbranato con le donne, timido, freddo, calcolatore, interessato solo alla tecnica, un robot, la giornalista italiana assicurava che «non lesse mai un romanzo o una poesia, non ammirò mai un quadro, non andò mai a un concerto, non si formò mai un’idea politica, non trasse mai piacere da qualcosa che non fosse un’elica o un reattore».