Tempesta su Saturno – La più estesa e luminosa degli ultimi decenni

0
Tempesta su Saturno – La più estesa e luminosa degli ultimi decenni
Due immagini inviate a Terra dalla sonda Cassini che, per motivi legati alla geometria della sua orbita rispetto al pianeta, soltanto a fine dicembre è riuscita a riprendere fortunosamente la tempesta che già da parecchi giorni stava imperversando su Saturno. A sinistra (A) una ripresa del 2 gennaio 2011, realizzata da una distanza di 2,9 milioni di chilometri. A destra (B) la prima ripresa, quella del 24 dicembre (1,8 milioni di chilometri). In basso (C) un ingrandimento della straordinaria perturbazione atmosferica situata a una latitudine di circa 34°N, in quel momento lunga già 70 000 km. La colorazione bianca sembra sia dovuta alla presenza di cristalli ghiacciati di ammoniaca.
Tempesta Saturno
Due immagini inviate a Terra dalla sonda Cassini che, per motivi legati alla geometria della sua orbita rispetto al pianeta, soltanto a fine dicembre è riuscita a riprendere fortunosamente la tempesta che già da parecchi giorni stava imperversando su Saturno. A sinistra (A) una ripresa del 2 gennaio 2011, realizzata da una distanza di 2,9 milioni di chilometri. A destra (B) la prima ripresa, quella del 24 dicembre (1,8 milioni di chilometri). In basso (C) un ingrandimento della straordinaria perturbazione atmosferica situata a una latitudine di circa 34°N, in quel momento lunga già 70 000 km. La colorazione bianca sembra sia dovuta alla presenza di cristalli ghiacciati di ammoniaca.

Dopo gli anomali cambiamenti avvenuti su Giove negli ultimi tempi, con l’improvvisa sparizione della fascia equatoriale meridionale e i pur effimeri segni lasciati dalla caduta di due asteroidi, anche Saturno sembra essersi deciso a dare un po’ di spettacolo. I primi giorni di dicembre il pianeta degli anelli ci ha infatti regalato la inaspettata comparsa di una gigantesca tempesta in rapida espansione nella zona temperata nord. Il fenomeno non è nuovo, ma è di certo il più cospicuo da venti anni a questa parte,

tanto da poter essere osservato facilmente da Terra anche con piccoli strumenti