Supernovae

0

Mese avaro di scoperte quello scorso, anche per colpa delle inevitabilmente avverse condizioni meteorologiche, tipiche del periodo… il che però ci lascia lo spazio per un paio di semplici consigli per cimentarsi nella ricerca di supernovae. Il primo è quello di seguire le galassie appropriate (adatte cioè al proprio limite strumentale e osservativo) controllando subito e con meticolosità le immagini ottenute che potrebbero nascondere una gradita ma debole ospite. Il secondo, ancora più importante, è indubbiamente quello di ottenere il maggior numero di immagini possibile, aumentando così le probabilità di scoperta… Cosa questa che non è stata possibile agli astrofili del Bel Paese, rimasti in novembre a bocca asciutta. Tuttavia, ad essere sinceri, nemmeno le scoperte degli stranieri sono entusiasmanti… Questo mese vi segnaliamo perciò solo le due supernovae osservabili dalle nostre latitudini che hanno raggiunto una luminosità intorno alla magnitudine +15. La prima è la SN 2012 gm identificata la notte del 19 novembre dall’americano Doug Rich, alla sua settima scoperta dell’anno. La galassia ospite è la NGC 7580, una spirale posta nella costellazione di Pegaso (circa 3° a est della stella alfa Markab) osservabile perciò – a una buona altezza – in prima serata. Al momento della scoperta la supernova brillava di magnitudine +15,7 per raggiungere verso il 25 novembre la +14,6 e diminuire alla +15,1 in dicembre.