Supernovae

0
Supernovae
A sinistra. La SN 2014bg vanta ben due pre-discovery targate ISSP (gli osservatori di Monte Agliale e di Montarrenti l’hanno infatti ripresa il 3 e il 5 giugno) e una scoperta indipendente del Palomar Transient Factory che l’ha ripresa il 25 maggio con il Keck.2. A destra. La prima della tripletta di supernovae scoperte nell’arco di 5 giorni dal team di Monte Agliale (LU).

Supernovae
A sinistra. La SN 2014bg vanta ben due pre-discovery targate ISSP (gli osservatori di Monte Agliale e di Montarrenti l’hanno infatti ripresa il 3 e il 5 giugno) e una scoperta indipendente del Palomar Transient Factory che l’ha ripresa il 25 maggio con il Keck.2. A destra. La prima della tripletta di supernovae scoperte nell’arco di 5 giorni dal team di Monte Agliale (LU).
Come già anticipato nell’“Ultima ora” dello scorso numero, dal 21 maggio scorso sono diventati ben tre gli eventi di supernova ospitati da galassie del catalogo Messier dall’inizio di questo anno (M82 e M99 in gennaio, e ora M106): sessantuno in quasi 130 anni – da quando cioè, nel 1885, l’astronomo tedesco Ernst Hartwig scoprì la prima supernova al di fuori della nostra galassia (la SN1885A in M31) – con una media di una supernova ogni poco più di due anni… E poi tre in soli cinque mesi: non c’è che dire, un bel primato per il 2014! Della SN 2014bc, scoperta il 19 maggio dal PS1 Science Consortium, che utilizza il telescopio hawaiiano Pan-Starrs1, abbiamo parlato anche nel nostro articolo “Terza supernova del 2014 scoperta in una galassia Messier” pubblicato online nel sito della rivista (www.coelum.com/news) al quale rimandiamo i lettori per maggiori informazioni sull’evento.