SOTTO L’ACULEO DELLO SCORPIONE

0
SOTTO L’ACULEO DELLO SCORPIONE

7- nel cielo 194Per noi osservatori delle medie latitudini boreali lo Scorpione è una specie di porta verso l’altro emisfero, una costellazione che sentiamo nostra per motivi culturali, e che tuttavia appartiene di fatto, con tutti i suoi tesori, a un mondo che sta più “giù”, di poco sotto l’orizzonte. E se la testa dello Scorpione, identificata da Antares, è un qualcosa che riusciamo a vedere non appena il cielo si fa scuro e limpido, la coda dell’animale rimane per lo più avvolta nel mistero. Proprio lì è dove tenteremo di arrivare questo mese, alla ricerca dei tre ammassi che fanno da corona al velenoso pungiglione dell’animale.
M6, l’ammasso “farfalla” – Per trovare il primo oggetto di questo mese è necessario prendere come riferimento Shaula (mag. +1,6), la stella dello Scorpione famosa per identificare il pungiglione dell’animale, e poi spostarsi di circa 5° verso nord-nordest. Anche con una procedura così approssimativa non sarà certo difficile mettere al centro del campo dell’oculare Messier 6 (NGC 6405) uno degli ammassi aperti più spettacolari e luminosi del cielo con i suoi 25′ di diametro angolare e le sue cento stelle che brillano tutte insieme di mag. +4,2…