AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a [email protected]
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
30 Novembre 2021
Ci sono 114 utenti collegati
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Riprendiamo la galassia di Andromeda

Nessun commento
Commenta

Crediti: Giorgia Hofer

Crediti: Giorgia Hofer

La galassia di Andromeda è uno degli oggetti più belli del nostro cielo. Da cieli bui e trasparenti la possiamo vedere bene sia nella stagione fredda, immersa nella Via Lattea Invernale assieme alle Pleiadi, Orione e Sirio, ma anche in estate, appena sorta a nordest, in compagnia della costellazione del Perseo.
È l’oggetto più lontano che l’uomo può scorgere a occhio nudo, ovviamente il cielo deve essere pulito e limpido, ma anche sotto cieli meno fortunati, con l’ausilio di un semplice binocolo, è davvero facile individuarla.
Ciò che non sfugge sicuramente a un prima occhiata è che, sia a occhio nudo che con l’aiuto di uno strumento ottico, si tratta di un oggetto sorprendentemente grande ma allo stesso tempo molto evanescente.

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.251 - 2021 alla pagina 114: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento