Prima del Big Bang – 2

2
Prima del Big Bang – 2

Prima del Big Bang
La nostra conoscenza di ciò che è successo dopo il Big Bang è maggiore di quanto si pensi: abbiamo un’idea abbastanza precisa, sebbene incerta e incompleta in alcuni punti, del perché il nostro universo appare proprio così come lo osserviamo. Ma la teoria del Big Bang non dice una parola su che cosa ci fosse “prima” (un “prima” rigorosamente virgolettato). Se il cosmo ha avuto un inizio, che cosa c’era prima di quell’inizio? E in definitiva, da che cosa è nato l’universo? Alzi la mano chi non se lo è mai chiesto, almeno una volta nella vita…
E noi, ingolositi dalla possibilità di poter contattare velocemente le migliori menti del pianeta, abbiamo voluto mettere alla prova la pazienza di amici e colleghi affrontando il problema da un punto di vista più che altro intuitivo ed emozionale. In pratica, abbiamo posto a tutti la seguente domanda:
«Nella impossibilità di dare un significato fisico a concetti come “prima” e “nulla”, lei pensa di poter riuscire a comunicare ai lettori di Coelum la sua personale visione del problema? Ovvero il modo in cui la sua parte emozionale, più che quella logica, tenta di risolvere questo apparente paradosso? In definitiva, per dirla brutalmente: Che cos’è l’essere? Perché, invece del nulla, esiste qualcosa?»

E dopo quella pubblicata nel numero di ottobre, ecco la seconda parte delle risposte ricevute, sempre presentate in ordine di arrivo. Le risposte  in questo numero sono di Carlo Rovelli, Maurizio Gasperini, Antonio Walter Riotto, Salvatore Capozziello, Francesca Perrotta e Alexander Dolgov.

I concetti più ostici citati nelle varie argomentazioni saranno approfonditi in un articolo di chiusura in cui tenteremo anche di trarre delle conclusioni. Buona lettura!

2 Commenti

  1. Spett. Sig. Bonaventura, quando ho frequentato le scuole superiori, riguardo a questi “tipi” di domande, che qualcuno rivolgeva ai professori, ci veniva risposto: “la nostra ragione e intelligenza non ci permette comunque di sapere cosa ci fosse prima del big bang”. Stiamo facendo solo (e soltanto)…..inutile…. “accademia”….

  2. Bé certamente il mio commento non sarà certo di stampo accademico, comunque la domanda è legittima se poi qualche professorone glissa dicendo che è mal posta solo per il fatto di non saper dare la risposta, va bé accettiamo tutto. Solo non capisco una cosa dall’alto della mia ignoranza come si può pretendere di spiegare “il tutto” con le noiose e incomprensibili formule matematiche, se a quei famigerati accademici gli chiedeste di dimostrare l’esistenza dei gatti con una formula matematica…allora si che il titolo di Prof lo meriterebbero eccome..ma dubito che ci riescano.