PLANCK pensaci tu! Dubbi sulla calibrazione di WMAP, modello standard a rischio?

0

Nel corso dell’ultimo secolo i modelli proposti per descrivere l’universo si sono evoluti in base alle conoscenze di ogni epoca della scienza, ma solo negli ultimi quarant’anni, con l’avvento degli acceleratori, il progresso della fisica delle particelle ha contribuito a dare un’immagine dettagliata dell’universo primordiale e di come in esso si è formata la materia ordinaria (quella barionica e leptonica per intenderci, quella di cui siamo fatti noi, i pianeti e le stelle).
Uno studio effettuato da due ricercatori della Durham University (UK), sembra però rimettere tutto in discussione, denunciando la mancanza di certe evidenze osservative e la cattiva calibrazione dei sensori di WMAP, il satellite che più di ogni altro ha contribuito a solidificare le basi del cosiddetto modello standard.