Onde Gravitazionali: Inizia l’era dell’Astronomia “Multimessaggero”

0
Onde Gravitazionali: Inizia l’era dell’Astronomia “Multimessaggero”

Lo ammettiamo, ce lo aspettavamo e non poteva essere altrimenti, il premio Nobel per la Fisica 2017 è stato assegnato all’equipe che ha rivelato per la prima volta le onde gravitazionali e, per la precisione, ai fondatori e costruttori di LIGO, lo strumento che ha reso possibile la difficile impresa. Si potrebbe considerare il perfetto epilogo di una lunga ed estenuante ricerca e il coronamento di grandi sforzi ma, a nostro parere, si tratta piuttosto del magnifico e prestigioso inizio per questo nuovo grande capitolo della ricerca astrofisica, quello dell’” Astronomia multimessaggero” che vede l’azione della ricerca combinata nella banda gravitazionale e in quella, tradizionale, elettromagnetica per indagare i fenomeni più strani ed estremi che si verificano nel Cosmo. E i risultati, come vedremo, non si sono fatti attendere molto, portandoci ben presto a scoperte davvero straordinarie.
Tornando per un attimo all’assegnazione del premio Nobel, si è trattato di un riconoscimento che per certi versi è arrivato con un anno di ritardo rispetto alle attese dei molti che lo davano per scontato già nel 2016, anno in cui la prima rivelazione delle onde gravitazionali è stata resa pubblica (l’11 febbraio 2016). Ma le ferree regole dell’assegnazione del Nobel hanno reso impossibile quell’esito: l’annuncio venne infatti dato 11 giorni dopo la scadenza ultima per le nomination…