Notiziario di Astronautica

0
Notiziario di Astronautica
Una splendida panoramica realizzata da Curiosity il 23 agosto scorso con la 100-millimeter Mast Camera riprende il Monte Sharp dalle pendici fino alla vetta, distante circa 16 chilometri e leggermente velata da foschie.

Panoramica Curiosity
Una splendida panoramica realizzata da Curiosity il 23 agosto scorso con la 100-millimeter Mast Camera riprende il Monte Sharp dalle pendici fino alla vetta, distante circa 16 chilometri e leggermente velata da foschie.

ISS – Stazione spaziale

È in corso la Expedition 33 con gli astronauti Sunita Williams, Yurij Malenchenko e Akihiko Hoshide. L’equipaggio è completato dagli astronauti Kevin Ford, Oleg Novitskiy e Evgeny Tarelkin, giunti con la Soyuz TMA-06M lanciata dal cosmodromo di Baikonur il 23 ottobre.

Mars Exploration Rover

OPPORTUNITY – Marte, Sol 3097 (9 ottobre 2012). Opportunity si trova ancora sull’estremità nord di Cape York, posto al limite esterno del grande cratere Endeavour, dove osservazioni satellitari hanno evidenziato una forte presenza di minerali argillosi riconducibili a umidità e idratazione.

Curiosity

Marte, Sol 65 (11 ottobre 2012). In rotta verso “Glenelg”, la zona che, vista dagli orbiter, è composta da tre materiali differenti, di cui uno con una forte inerzia termica (segno della probabile presenza di acqua), il Mars Science Laboratory inizia i suoi rilievi utilizzando i vari strumenti di bordo.

Kepler Space Telescope

Guai in vista per il telescopio spaziale Kepler, incaricato di scovare gli esopianeti orbitanti altre stelle e soprattutto riuscire ad identificarne di simili alla Terra. In orbita dal marzo 2009, le immagini di Kepler hanno già permesso di identificare 77 nuovi esopianeti, ma oltre 3000 sono in attesa di una conferma che dovrebbe arrivare dalle prossime osservazioni.

Sentinel Telescope

Un progetto privato (della B612 Foundation e della Ball Aerospace) prevede di lanciare entro il 2017 a bordo di un vettore Falcon 9, un telescopio da inserire in un’orbita simile a quella di Venere per migliorare la caccia ai Near Earth Object, anche chiamati asteroidi killer, in grado cioè di colpire la Terra provocando danni ingenti.

Possibili problemi per New Horizons

La sonda, partita nel 2006 alla volta di Plutone, potrebbe andare incontro a dei gravi problemi. Gli astronomi hanno infatti recentemente scoperto altre due lune del piccolo pianeta, e questo affollamento (ora sono cinque) comincia a far pensare che intorno al pianeta nano possano essere presenti ingenti quantità di polveri e detriti, potenzialmente in grado di danneggiare la New Horizons quando attraverserà il sistema alla velocità di 14 km al secondo.