Notiziario Astronomico

La magnifica immagine, ottenuta compositando riprese nell’ottico di Hubble e nell’X di Chandra, mostra una delle più straordinarie coppie di galassie interagenti catalogate da Halton Arp, la numero 147. Il campo inquadrato è di circa 0,9 primi d’arco.

La massa minima per fare una galassia
300 miliardi di masse solari. Questo l’alone di materia oscura sufficiente a innescare la formazione delle galassie massicce. La stima emerge dalla più accurata ricognizione del cielo infrarosso effettuata con SPIRE, strumento con importante contributo italiano a bordo del telescopio HERSCHEL.

Cinque nuove stelle nel cielo del Cile
Hanno visto la luce all’alba del 22 gennaio scorso. Cinque nuove stelline, una accanto all’altra, a formare un punto croce nella volta celeste. L’inedita costellazione è comparsa all’improvviso nei cieli di Cerro Pachón, in Cile, alle 4:38.

Arrivano i soccorsi per NOTO
Da un anno era fuori uso ma presto il radiotelescopio Siciliano tornerà operativo grazie a un finanziamento Straordinario. Con Medicina e Cagliari, Noto È vertice del triangolo italiano della radioastronomia e Polo della rete mondiale VLBI.

Visita di controllo per la cometa TEMPEL 1
Lo scorso 14 febbraio la sonda Stardust Della NASA si è presentata puntuale all’incontro Con la cometa Tempel 1 e ha Iniziato subito a inviare a Terra le prime immagini.

Diamanti e buchi neri in Arp 147
Questa incredibile immagine mostra Una coppia di galassie, note Come Arp 147, a 430 milioni di Anni luce dalla Terra. O meglio, i resti Della collisione di una galassia a spirale (a destra) con una galassia ellittica.

Conclusa la Spedizione in Antartide
Si è da poco conclusa la spedizione 2010/2011 del programma ANSMET (Antartic Search for Meteorites), progetto finanziato dal 1976 da NASA e National Science Foundation USA per la raccolta di meteoriti sepolti sotto i ghiacci.

Nuove analisi sulla Fascia Fantasma
Utilizzando una delle lune del pianeta, gli astronomi sono riusciti a ottenere immagini estremamente dettagliate della coltre di nubi che ha temporaneamente cancellato una delle strisce equatoriali di Giove

Plutone e le sue tre lune
Simulazioni al computer ricostruiscono la formazione di quello che fu il nono pianeta del Sistema solare, Plutone, e dei suoi tre satelliti – Caronte, Nix e Hydra: sarebbero nati da una singola collisione cosmica.