Marte 2012 – Vicino e lontano

0
Marte 2012 – Vicino e lontano
In questa immagine, ripresa dall’amatore americano Donald Parker, sono ben visibili le nubi che circondano le vette vulcaniche della regione di Tharsis. L’opposizione di quest’anno capita nel periodo migliore per la formazione di imponenti sistemi nuvolosi, la cui evoluzione e dinamica non è ancora ben nota.
Marte
In questa immagine, ripresa dall’amatore americano Donald Parker, sono ben visibili le nubi che circondano le vette vulcaniche della regione di Tharsis. L’opposizione di quest’anno capita nel periodo migliore per la formazione di imponenti sistemi nuvolosi, la cui evoluzione e dinamica non è ancora ben nota.

La “minima” distanza che il pianeta rosso raggiungerà i primi giorni di marzo è la più grande che può capitare durante una opposizione, ma il miglioramento delle camere da ripresa per l’alta risoluzione ci consentirà di sfruttare al meglio anche un diametro apparente di soli 14″. Ogni circa 26 mesi Marte raggiunge l’opposizione, portandosi così alla minima distanza dalla Terra consentita in quel periodo dalla geometria delle orbite dei due pianeti. Un pianeta esterno si dice in opposizione quando si trova opposto al Sole rispetto alla Terra e cioè quando, nell’ordine, Sole, Terra e Pianeta (nel nostro caso Marte) si trovano allineati. Quando un pianeta è in opposizione si trova nelle migliori condizioni di osservabilità, essendo nel punto più vicino alla Terra e diametralmente opposto al Sole, è visibile per tutta la notte ed ha un diametro apparente e una luminosità maggiori che in tutti gli altri periodi.