AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a [email protected]
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
30 Novembre 2021
Ci sono 109 utenti collegati
Clicca qui per leggere questo numero on-line

Luna – Guida all’osservazione: “Dal settore sudest verso nord” – Parte 10

Nessun commento
Commenta
fullMoon

Crediti: Coelum Astronomia

In occasione del Primo Quarto, e in una delle più spettacolari fasi lunari, la serata maggiormente indicata per proseguire l’itinerario ormai consolidato nei precedenti articoli è proprio quella del 19 febbraio, con la Luna in fase di 8 giorni e già osservabile intorno alle 18:00 con transito in meridiano alle 18:15 a un’altezza di +63° e a nostra disposizione fino alle prime ore della notte seguente quando alle 02:00 circa scenderà sotto l’orizzonte. Aggiungo che la medesima regione lunare che andremo a visitare in questo numero potrà essere osservata anche in Luna Calante nella tarda serata/nottata del 2/3 febbraio (il 2 sorge alle 23:05), mentre il 4 febbraio sorgerà poco dopo la mezzanotte.
La zona oggetto della presente proposta sarà facilmente individuata orientando il telescopio in corrispondenza delle chiare rocce anortositiche esistenti fra le vaste distese basaltiche a bassa albedo del Sinus Medii a est e del mare Tranquillitatis a ovest.

Formazioni di questo mese

Crateri Halley, Hind, Hipparchus, Pickering, Muller, Horrocks, Reaumur e la Rima omonima, Seeliger, Gylden, Oppolzer e la Rima omonima e il cratere Rhaeticus

L'articolo completo è pubblicato su Coelum n.252 - 2021 alla pagina 140: Leggilo Online!

Hai letto questo articolo su Coelum Astronomia?
Scrivi la tua opinione o un commento qui sotto!

Scrivi un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento