Livio Gratton (1910-1991) – Viaggio di un astronomoo attraverso il ventesimo secolo – Parte 6

0
Livio Gratton (1910-1991) – Viaggio di un astronomoo attraverso il ventesimo secolo – Parte 6
Emilio Bianchi (1875-1941) e Giorgio Abetti (1882-1982), che nel 1933, all’epoca dei fatti narrati in questa puntata, erano rispettivamente direttori dell’Osservatorio di Brera-Merate e dell’Osservatorio di Arcetri. Nel caso specifico, l’influenza politica di Bianchi (presidente da lungo tempo della Società Astronomica Italiana) ebbe la meglio sulla volontà di Abetti in merito alla futura destinazione del giovane Gratton.
Bianchi e Abetti
Emilio Bianchi (1875-1941) e Giorgio Abetti (1882-1982), che nel 1933, all’epoca dei fatti narrati in questa puntata, erano rispettivamente direttori dell’Osservatorio di Brera-Merate e dell’Osservatorio di Arcetri. Nel caso specifico, l’influenza politica di Bianchi (presidente da lungo tempo della Società Astronomica Italiana) ebbe la meglio sulla volontà di Abetti in merito alla futura destinazione del giovane Gratton.

Mentre era in Olanda, Livio Gratton fece la sua prima domanda per un concorso di assistente negli osservatori astronomici. Benché allora le difficoltà di trovare un posto fisso non fossero grandi come quelle dei giovani attuali – Gratton aveva solo 23 anni all’epoca – anche nel suo caso ci furono difficoltà legate alle sue idee politiche chiaramente antifasciste, mentre all’epoca l’iscrizione al partito fascista era obbligatoria per avere un posto statale. Durante il periodo universitario, Gratton si era dovuto iscrivere al GUF (Gioventù Universitaria Fascista), passo richiesto per poter frequentare, ma era stato successivamente espulso per aver espresso – per altro in conversazioni private – le sue idee politiche. Tuttavia, grazie alla stima di cui già godeva da parte dei direttori di Arcetri (Giorgio Abetti) e Merate (Emilio Bianchi, molto ben ammanicato col regime) la cosa non ebbe conseguenze troppo gravi per la sua carriera, e non rovinò il suo soggiorno olandese. Ecco come andarono le cose nel suo
racconto.