Il nuovo portale di Coelum

2
Il nuovo portale di Coelum
Gabriele Marini alla sua postazione di lavoro
Gabriele Marini alla sua postazione di lavoro
Gabriele Marini alla sua postazione di lavoro

Dopo numerosi anni trascorsi a prendermi cura dei servizi internet di Coelum Astronomia, ho il piacere di presentarvi la nuova versione di www.coelum.com, il portale di astronomia più seguito in Italia: frutto di un lungo lavoro che mi ha visto impegnato non solo sul fronte della programmazione, ma anche nello studio del mondo dell’astronomia per offrire un servizio che fosse facile da utilizzare e vicino alle abitudini e necessità degli appassionati.

2 Commenti

  1. Ciao,
    complimenti per il sito perché è veramente gradevole e fruibile.
    Ho letto l’articolo completo sulla rivista, e vorrei fare una domanda.
    Si legge che nella sezione PhotoCoelum si possono cercare le foto mediante dei filtri, quali il telescopio utilizzato ecc.
    Potreste spiegarmi come, perché non sono riuscito a vedere dove impostare tali metodi di ricerca, vedo solo una macro-divisione per tipologia di oggetto fotografato.

    Rinnovo i complimenti ed auguro buon lavoro!

    • Per la ricerca al momento non ci sono filtri da impostare, ci sono due modi per visualizzare le immagini appartenenti ad una data categoria, con due funzionalità diverse:

      – utilizzando semplicemente la funzione “cerca” sul menù principale (in alto a destra) mentre si è all’interno della sezione Photocoelum, in questo modo verranno visualizzati i soli risultati che riguardano Photocoelum, e si potranno utilizzare piu’ chiavi di ricerca anche contemporaneamente (per oggetto, per strumento, etc..)

      L’altra possibilità è fare delle ricerche a partire da un’immagine in particolare:

      – all’interno di ogni scheda tutti i criteri di catalogazione sono cliccabili e riportano a tutti gli oggetti appartenenti a quella categoria.
      Ad esempio guardando la scheda di “M42 & C.”, è possibile cliccare sulla categoria “rifrattore” per vedere tutte le altre immagini fatte con quella configurazione, oppure vedere tutte le altre foto di M42 o riprese con uno Skywatcher o fatte dallo stesso autore, etc..

      La cosa è facilitata dal fatto che chi inserisce immagini si ritrova a poter scegliere da un elenco le voci complete, il che impedisce che lo stesso oggetto/strumento/etc venga indicato con nomi diversi con il rischio di escludere una parte dei risultati.