Galleria Fotografica

0
Galleria Fotografica

Ecco le più belle immagini dei lettori selezionate per voi dalla Redazione e pubblicate su Coelum questo mese:

Magiche Pleiadi
Silvia e Alessandro Falesiedi – Viterbo

pleiadi Falesiedi

Un’immagine davvero straordinaria dell’ammasso di stelle più famoso del cielo, realizzata in quadricromia sommando riprese del 25 e 26 gennaio dello scorso anno. Camera CCD SBIG ST 8300 monocromatica al fuoco di un Newton Boren-Simon 8″ f/2,8. I tempi di posa sono i seguenti: luminanza con filtro blu Baader 9 ore, frame da 6 m in piena risoluzione; crominanza, uso della luminanza per il canale B mentre per il canale R una posa complessiva di 38 m (verde ottenuto sinteticamente mediante la fusione dei primi due). Le riprese sono state effettuate sul Monte Rufeno (Acquapendente, VT).

Orione sulle montagne
Giorgia Hofer – Vicenza

orione Hofer

La costellazione di Orione sorge sopra il profilo del gruppo montuoso del Sassolungo (da non confondersi con l’omonimo gruppo che sorge in provincia di Trento) fotografato il 9 dicembre scorso alle 21:00 dal Passo Cibiana (BL). Nikon 5100 con obiettivo Nikkor da 35 mm, posa di 15 secondi a 800 ISO f/1,8.

La Grande Nebulosa di Orione
Samuele Gasparini – Castelfiorentino (FI)

M42 gasparini

Una notevole interpretazione del vasto e multiforme ammasso di gas al centro della costellazione di Orione, ripresa il 16 novembre scorso. Camera CCD Moravian G2- 4000 su rifrattore Skywatcher 80Ed con spianatore/riduttore dedicato 0,85x e filtri HLRGB Baader per elaborazione in HLRGB (Luminanza in H-alfa). Tempi di esposizione: H-alfa 5×300 s; L 5×60 s; R 5×120 s; G 6×300 s; B 2×600 s.

Giove e Io
Ascanio Trivisano – Caserta

Giove e io trivisano

Bella ripresa in alta risoluzione di Giove, fotografato alle 0:37 TU del 26 ottobre scorso con le due Grandi macchie attualmente presenti quasi in congiunzione. Nelle vicinanze, sulla sinistra, è visibile il satellite Io, che ingrandito nel riquadro in basso mostra notevoli macchie d’albedo. Camera di ripresa Dmk21 ICV 618 su Celestron C11 XLT.

Una cometa piccola ma perfetta – 1
Rolando Ligustri – Talmassons (UD)

C2012 K5 1 ligustri

La cometa C/2012 K5 (LINEAR) fotografata alle 19:15 TU del 4 gennaio scorso, in remoto, con strumentazione ospitata in Spagna. Camera CCD STL-11000 su Takahashi TOA 150/1095. L=3×120 secondi; RGB=60 secondi per canale. Campo ai confini tra Auriga e Toro di circa 60 primi d’arco. La stella più luminosa è la SAO 58040 di magnitudine +5,7.

Una cometa piccola ma perfetta – 2

Alessandro e Giuliano Carrozzi – Casalgrande (RE)

C2012 K5 2 carrozzi

Ancora la C/2012 K5 (LINEAR), questa volta ripresa alle 19:41 del 6 gennaio, quando ormai si era spostata nel Toro. La strumentazione, in remoto, è la medesima della foto precedente. Media di 3 pose da 120 secondi in binning 2 per la luminanza e una da 60 secondi in binning 2×2 per ciascun canale della crominanza (RGB). Campo di circa 60′, la stella più luminosa è la SAO 76692 di magnitudine +7,1.

Giove e Ganimede
Stefano Quaresima – Olevano R. (RM)

giove e ganimede quaresima

Anche questo Giove, ripreso da Olevano Romano (RM) il 21 novembre scorso alle 22:29 TU, si mostra dettagliatissimo al punto da rivelare parecchi particolari anche nel minuscolo disco di Ganimede, ingrandito nel riquadro in basso.Telescopio Meade LX200 16″ e camera Magzero I Nova Pla Mx. Focale 10 900 mm. Compositazione RGB con 2600 fotogrammi per ogni canale.

Star Trails sulle terme di San Giuliano
Marco Meniero – Civitavecchia

star trails meniero
Rivista Coelum

Le stelle meridionali del Cacciatore, con Procione e Sirio, fotografate mentre iniziano la loro parabole ascendente la sera del 12 dicembre scorso sopra un deposito privato di acqua a San Giuliano Terme (PI). La foto è stata realizzata componendo 97 frame da 30 secondi ripresi con una Canon Eos 5DMK2 e obiettivo EF24-70/2.8 a f/5.6; 250 ISO.