Camera CCD ATIK 383L+ COLOUR – Un sensore generoso, un CCD performante

0
Camera CCD ATIK 383L+ COLOUR – Un sensore generoso, un CCD performante

camera CCD Atik 383L
In questo numero presentiamo ai nostri lettori una camera CCD del noto produttore Atik, azienda anglosassone da sempre alla ricerca di soluzioni e accessori d’avanguardia per l’imaging astronomico digitale. La camera Atik 383L+ fa parte di una nuova serie di CCD per astronomia dal sensore generoso, progettata per offrire all’astrofilo un’ampia superficie di raccolta luce; la camera è arrivata in Redazione insieme alla ruota portafiltri Atik EFW2 e alla guida fuori asse OAG (opzionali, vendute rispettivamente a 566 e 219 euro) entrambe dello stesso produttore.

La camera CCD Atik 383L+ Pur non essendo il modello di punta Atik, la 383L+ è una camera importante e offre un sensore da 8 megapixel con una dimensione di 17,6 x 13,52 mm: utilizzando pixel quadrati da 5,4 micron di lato la risoluzione finale della camera è di ben 3362×2504 pixel. Grazie all’ampia superficie del sensore il campo inquadrato a 500 mm di focale risulta quindi essere di 41 x 34 arcmin, che si riducono a 25×21 con una focale di 800 mm. Il cuore di questa camera CCD è il sensore Kodak KAF-8300, un chip di tipo full-frame (in cui tutta la superficie del sensore è utile a raccogliere la luce incidente) che ha la miglior efficienza quantica (40%) nella lunghezza d’onda verde (540 nm); i massimi di sensibilità alle frequenze blu e rosso (480 e 600 nm) si attestano invece attorno al 33%. A partire dai 900 nm verso l’infrarosso, infine, la sensibilità crolla rapidamente.