Home Coelum Anno 2023 Coelum Astronomia n° 263 anno XXV IV/23
2 lettori si stanno abbonando ora

Coelum Astronomia n° 263 anno XXV IV/23

11,40 

in spedizione il 24 luglio 2023

Descrizione

📌📌PREVENDITA📌📌

Coelum Astronomia 263 anno XXV IV/23

(bimestrale AGOSTO/SETTEMBRE)

TUTTA L’ASTRONOMIA CHE TI PIACE

 

ARCHEOASTRONOMIA: Astronomia Culturale

C’è un fattore che accomuna il vasto popolo di appassionati di Astronomia: la curiosità. Il motore che traina non solo il desiderio di esplorare ma è anche fonte a cui ci si approssima per dissetarsi di cultura. L’astronomia culturale è ciò che distingue gli astrofili ad esempio dai fotografi, oppure dagli ingegneri sempre pronti ad inventare nuove soluzione tecniche e tecnologiche. L’Archeoastronomia è il rispetto per le attività di osservazione alle origini, è il modo in cui vogliamo scoprire la storia di una passione che è nata con l’uomo.

Sono ben 4 i contributi che esponenti dell’astronomia professionale hanno messo a disposizione dei lettori di COELUM: Alberto Cora Osservatorio Astrofisico di Torino, Marco Sergio Erculiani Università di Padova, Andrea Orlando ricercatore in astrofisica nucleare e Guido Cossard autore e divulgatore scientifico. Molte pagine di curiosità, nozioni e suggerimenti. Così se non avete ancora programmato una vacanza all’insegna del cielo stellato in Sardegna, ne potete immaginare un’altra fra i reperti astronomici della Sicilia ad esempio..

ASTRONOMIA PRATICA

Mai e poi mai trascurare la formazione! La teoria è affascinante ma migliorare la propria tecnica per le osservazioni sul campo, soprattutto con le serate ancora calde non ha prezzo. Sono ben tre gli articoli tecnici del numero 263.

Si inizia con Christian Privitera e il suo approfondimento sull’analisi delle lenti e dei principali difetti per scoprire che difetti poi non sarebbero neanche ma è più corretto interpretarli come caratteristiche intrinseche dello strumento. Vediamo insieme quali sono e come riconoscerle.

Continuiamo con un’avventura stravagante: la curiosità senza limiti di età di Antonio Zanardo, infaticabile progettista che sfida i grandi rilevatori di raggi cosmici costruendo in casa e con budget contenuti strumenti in grado di contare gli eventi e seguire le curve tracciate e rilevate a livello internazionale. C’è già in arrivo anche la seconda versione dello strumento. E voi? avete mai pensato di voler contare i segnali che ci arrivano così distanti dall’Universo?

Terzo ed ultimo, ma non per importanza, Star Analyzer: introduzione alla spettroscopia. Una tecnica lineare e completa per quanti volessero farsi rapire dal mondo della spettroscopia imparando a riconoscere i tipi di stelle e presumibilmente alcune informazioni attendibili: età, temperatura, raggio, etc.. Lorenzo Franco descrive tutti i passaggi con un approccio semplice ma lineare

PHOTOCOELUM

La tregua del mal tempo ricarica di energia e dopo un periodo piuttosto magro la sezione PHOTOCOELUM del sito www.coelum.com è tornata a popolarsi di scatti originali e con pluralità di soggetti.

Grazie a: Andrea Losi, Omar Cassanti, Mauro Cantini, Lorenzo Busilacchi, Moreno Picchi, Patrizia Mazzucato, Elena Pinna, Davide Pistritto, Gianni Melis, Salvo Lauricella, Anotnio Ferretti e Attilio Bruzzone, Alessandro Mezzera e Eliana Ghezzi, Angelo Meduri e Alessandro Bardini Mastelli.

Non sono ovviamente mancati i tanti scatti sulla Supernova in M101, li abbiamo tutti raccolti alla fine dell’articolo dei cari Fabio Briganti e Riccardo Mancini che non solo ci offrono un report attento degli sviluppi dell’oggetto ma hanno contattato per noi della redazione anche l’Osservatorio di Asiago per importanti approfondimenti!

Negli scatti di SN2023ixf sono di: Rolando Ligustri, Riccardo Mancini, Andrea Mantero, Cristina Cellini, Massimo Marchini, Roberto Ciri e Gioele Gobbo.

ShaRA#4 seconda parte

Volevate sapere come andava a finire? Eccoci pronti! Nel 263 il seguito di quanto pubblicato nel numero precedente del racconto delle avventure del gruppo sempre più bizzarro di ShaRA. Guidati da Alessandro Ravagnin e Andrea Iorio, un squadra di impavidi si sfida e allo stesso tempo collabora per realizzare scatti non solo eccezionalmente ben fatti ma anche per avere accesso a risorse altrimenti proibitive. Stavolta sotto tiro CG4.

Da Marte tutto bene grazie!

Continuano le cronache marziane a cura di Antonio Piras. Questa volta un nuovo protagonista tenta di entrare nel team degli operatori robotici sul campo. Si tratta di ZHURONG della CNSA agenzia spaziale cinese. Purtroppo il segnale è ancora assente ma le speranze in un rapido risveglio sono ancora molto solide.

LA DIVULGAZIONE E’ UNA GRANDE PASSIONE: TOGETHER UNIVERSE

Qualche mese fa in redazione è arrivata la segnalazione del documentario Together Universe, grafica anni 2000, ambientazioni da StarTrek eppure il progetto ci ha colpito perchè ove non arrivano i grandi budget arrivano la perseveranza e la genuinità dei ragazzi. Il documentario, anzi i documentari, visto che sono tre puntate, sono tutti realizzati in 3D e durano circa un’ora. Sono accompagnati da altre puntate più brevi ma tutto con lo stesso spirito: tante informazioni raccolte in una trama snella che amplifica la sensazione di immersione nello spazio.

Trovare i QRcode dei link ai video nell’articolo: fidatevi, guardatele!

FUTURI: Progetto editoriale

Forse non tutti conoscono FUTURI, rivista dell’Italian Institute for the Future. Centro di ricerche destinato allo studio dei principali scenari che a lungo termine potrebbero aprirsi nella tecnologia ma anche nell’esplorazione spaziale. In questo numero nasce una collaborazione con la rivista e la sua redazione con l’obiettivo di dare visibilità al pensiero di giovani professionisti che fanno del futuro la propria specializzazione. Iniziamo con Veronica Morenese intenta a seguire e monitorare gli sviluppi sugli accordi internazionali in termini di sicurezza degli equipaggi soprattutto oggi che il cielo si sta popolando anche di turisti privati.

LA COPERTINA E’ DEDICATA A BEPI COLOMBO

Consegniamo a Valentina Galluzzi, una dei maggiori investigator su Bepi Colombo il compito di raccontarci cosa abbiamo visto dall’ultimo sorvolo di Mercurio ad opera appunto della sonda dal prestigioso nome italiano. Dagli scatti ovviamente il meglio dovrà ancora essere dedotto.

… E POI?

Le care rubriche ad opera di Barbara Bubbi e Giuseppe Petricca, Stefano Marcellini con le sue note pungenti, I Fatti in Evidenza, il Cielo del Bimestre, Astromiao sempre a spasso, Astroquiz, novità dal mondo delle associazioni, Radioastronomia e molto altro.. Insomma non vi possiamo dire proprio tutto tutto! 

PRENOTA LA TUA COPIA E TUFFATI NELL’ASTRONOMIA!

ANCORA 116 pagine MAI FERMARSI!

Spedizione prevista 24 luglio

 

PER NON PERDERE NEANCHE UN NUMERO SCEGLI LA SOLUZIONE 

ABBONAMENTO QUI

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Coelum Astronomia n° 263 anno XXV IV/23”