Riprendere la pioggia di Draconidi del prossimo 8 ottobre. I

Riprendere le Draconidi, le tecniche per immortalare le fasi salienti di un fenomeno che manca nel nostro paese da parecchi decenni.

Opposizione di Marte 2016

Il pianeta rosso mai così vicino alla Terra da 10 anni a questa parte. Tutte le informazioni per l'osservazione e la ripresa!

Le Torri Cosmiche, un Parco Europeo del Tempo

Le Torri Cosmiche, un "Parco Europeo del Tempo", un parco tematico dedicato al tempo nei suoi svariati aspetti, dal suo significato etimologico al concetto di storia...

Il Solstizio Estivo

Il solstizio estivo segna l'inizio dell'estate astronomica. Per convenzione il 21 giugno segna l'inizio dell'estate, ma astronomicamente non è sempre così...

Supernovae Agosto 2021. Testa a testa tra Itagaki e Parker, nuovi record per Claudio...

Per la ricerca amatoriale di supernovae, questa prima metà del 2021 sarà ricordata per l’avvincente testa a testa a suon di scoperte messe a segno dal giapponese Koichi Itagaki e dal neozelandese Stuart Parker, gli unici per adesso ad aver centrato l’obbiettivo nel 2021.

LA SUPERNOVA DI TYCHO

Sono passati secoli dall'ultima Supernova "vicina" documentata, all'interno cioè della porzione di Via Lattea a noi visibile. Tra le ultime, oltre alla SN 1604 (la supernova di Keplero di cui abbiamo parlato più volte su Coelum) c'è anche la SN 1572. Era la sera dell'11 novembre 1572, infatti, quando, uscendo dal laboratorio chimico dello zio, Tycho notò una luminosissima stella che non aveva mai visto prima...

Osserviamo il Mare Tranquillitatis – parte 1

In questo numero ripartiamo da dove ci eravamo fermati il mese scorso, cioè dall'area del cratere Vitruvius in prossimità del settore nordest del mare Tranquillitatis.

Perseidi, le stelle cadenti estive

Le Perseidi sono forse lo sciame più noto, sarà la stagione calda che invoglia a passare la notte all'aperto stesi su un prato, ma le Lacrime di San Lorenzo, come vengono anche chiamate, per la quantità di scie visibili anche all'occhio meno esperto sono le stelle cadenti più attese.

Eclissi Totale di Luna 2018. Progetto Longitudine, un’esperienza didattica.

L'eclissi totale di Luna del 27 luglio ci offrirà per più di un'ora e quaranta minuti l'opportunità di assistere a un spettacolo straodinario, di fare osservazioni al telescopio, riprese fotografiche di paesaggio e ad alta risoluzione, ma anche di fare qualche esperimento e attività didattica. Ad esempio partecipare a un progetto fornendo immagini che serviranno a studenti e appassionati di calcolare la longitudine geografica da cui è stata effettuata un'immagine studiando l'effetto di parallasse su più immagini.

Primavera in arrivo, tempo di Maratona Messier!

La sfida: osservare tutti i 110 oggetti del catalogo Messier in una notte. Il periodo giusto: fine marzo, inizio aprile.

Tempesta su Marte. E se provassimo a osservarla?

Il 27 luglio prossimo Marte raggiungerà l'opposizione, e quella di quest'anno sarà una Grande Opposizione, una di quelle che si hanno l'occasione di osservare poche volte in una vita. Ma proprio in questi giorni, sulla superficie marziana, imperversa un'enorme tempesta, anche questa come poche ne abbiamo viste attraverso gli occhi robotici delle sonde inviate sul Pianeta Rosso. E quindi? Addio formazioni marziane al telescopio e nelle nostre riprese? Non lo sappiamo... ma intanto, così come i ricercatori, anche noi abbiamo la possibilità di provare a seguire l'evolvere della tempesta!

Alle Svalbard per l’eclissi

Diversi anni fa ho fatto una piccola vacanza al “Nord” tramite un’agenzia specializzata. Nel febbraio del 2012 mi sono rivolto ancora a loro per sapere se avrebbero organizzato un viaggio alle Svalbard in occasione dell’eclissi di quest’anno.

Eclissi di Sole. 30 giugno 1973, Atar, Mauritania.

Il 21 agosto 2017 un'eclissi di Sole attraverserà gli Stati Uniti. Sarà l'eclissi più osservata (direttamente o in streaming) di sempre. La fase di totalità comincia quando il bordo lunare avanzante tocca il bordo del Sole opposto a quello dal quale è “entrata” e finisce subito dopo che la Luna comincia a scoprire il Sole eclissato. In quel momento si comincia a rivedere la fotosfera ed è un momento sorprendente, perché per pochi istanti della fotosfera si vede un sottile mezzo anello e un’esplosione di luce. Come se fosse un anello con un grande e splendente diamante. E così è stato chiamato: anello di diamante. Una cosa che conclude, quasi un finale pirotecnico, la grande visione della corona. Noi astronomi, naturalmente, anche se ci piace definire “affascinante” lo spettacolo offerto da un’eclisse totale, abbiamo ormai perso la possibilità (stavo per scrivere la grazia) di provare l’emozione che, invece, riempie di autentica meraviglia chi non vi sia preparato.

Calsky e Iridium Flare: istruzioni per l’uso.

Una guida all'uso di CalSky, noto calcolatore online di effemeridi, a caccia di Iridium Flare, per facilitare chi non ha dimestichezza con l’utilizzo di questo genere di programmi e le lingue Inglese o Tedesco, uniche opzioni disponibili.

Settembre il mese dell’astronomia di strada!

Da una iniziativa dell'associazione Sidewalk Astronomers settembre è il mese dedicato a John Dobson: tutti in strada con i vostri telescopi per portare un po' di cielo tra i marciapiedi!

La luce zodiacale

Il Deserto di Atacama nel nord del Cile è celebre per i suoi bui cieli notturni, che si possono apprezzare in tutto il loro splendore grazie all'assenza di inquinamento luminoso. Ma anche il cielo più buio non è completamente buio. Gli astronomi agli osservatori dell'ESO spesso si imbattono in un fenomeno luminoso che incombe sui telescopi dell'ESO, noto come luce Zodiacale.

MERAK e il “Gruppo in moto” dell’Orsa Maggiore

In netto contrasto cromatico con Dubhe, dalla quale è separata esattamente 5°, è Merak (Beta UMa) che, splendendo di magnitudine 2,34, si colloca al quinto posto tra le stelle più luminose della costellazione; il nome deriva dall'arabo Al-marakk, “il fianco”.

Asteroidi: (625) Xenia e (166) Rhodope, viaggio in coppia tra Vergine e Leone

(625) Xenia e (166) Rhodope, tenete d'occhio questa coppia di pianetini: da gennaio se ne stanno andando in giro praticamente affiancati, distanti tra di loro non più di 15'/20'… e lo faranno fino a maggio!

Una Supernova… dietro MESSIER 63!

Ha fatto parlare di se una #supernova scoperta nelle scorse settimane in M 63. Sempre attese dagli astrofili (per la facilità di avere senza sforzo una prediscovery, o comunque più immagini della loro evoluzione, essendo le galassie messier sicuramente le più fotografate anche da chi non va a caccia di queste stelle esplosive), SN2017dfc, così si chiama, ha mostrato però uno "strano" comportamento...

CASTORE, SEI STELLE IN UNA

Dal tardo autunno fino alla primavera, la costellazione dei Gemelli, alta sul meridiano nelle serate da gennaio a marzo, si rende manifesta soprattutto per le due luminose stelle che identificano i mitici Dioscuri: la bianca Castore e la dorata Polluce.
Rome
cielo coperto
18.4 ° C
19.1 °
16.5 °
90 %
1.5kmh
100 %
Mer
26 °
Gio
25 °
Ven
24 °
Sab
24 °
Dom
18 °

Ultime News dal sito

Seguici su Instagram!