AGGIORNAMENTO POLICY GENERALE D'USO
Abbiamo aggiornato la policy d'uso del sito e dei servizi di Coelum Astronomia in seguito alla nuova normativa UE 2016/679 (GDPR).
Ti chiediamo pertanto di leggere i nuovi termini e condizioni e di accordare o negare il tuo consenso.
Per continuare ad utilizzare Coelum Astronomia, è necessario accettare la policy.

ATTENZIONE! Se scegli di cancellare il tuo account, l'operazione sarà eseguita entro 10 giorni lavorativi. L'operazione è IRREVERSIBILE. Per maggiori informazioni, contattaci a segreteria@coelum.com
CONFERMA
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
29 Maggio 2020
Ci sono 235 utenti collegati
Seguici su Twitter!
smarttotem ultimate digital signage
Tecnosky - Prodotti per Astronomia

Articoli marcati con tag ‘IRA Bologna’

1280px-Artist’s_impression_of_the_quasar_3C_279-1
Letto 5.484 volte - Nessun commento
Gli scienziati della collaborazione Event Horizon Telescope hanno per la prima volta osservato il getto relativistico di un buco nero supermassiccio rivelandone i dettagli, i più nitidi di sempre, con una risoluzione più fine di un anno luce. Obiettivo di questo studio è il quasar 3C 279, il centro brillante una galassia distante così lontano dalla Terra che la sua luce ha impiegato più di 5 miliardi di anni per raggiungerci
R3_FRB_Host_Galaxy_and_Burst
Letto 7.324 volte - Nessun commento
LOCALIZZATA LA SECONDA SORGENTE RIPETITIVA. Grazie all’osservazione simultanea con otto radiotelescopi, tra cui l’antenna parabolica da 32 metri dell’Inaf a Medicina (Bo), è stata localizzata un’altra sorgente che emette “raffiche” di fast radio burst. Viene da una galassia abbastanza vicina simile alla nostra, con caratteristiche diverse rispetto a quella da cui proviene la sola altra sorgente ripetitiva localizzata
130603163619-large
Letto 4.023 volte - Nessun commento
Uno studio pubblicato su The Astrophysical Journal ha dimostrato che lo Sperone di Orione, sede del nostro Sistema Solare, non sarebbe sono una piccola protuberanza nella spirale della galassia, ma una struttura più importante. Gli astronomi credono sia un ramo del Braccio di Perseo.
sl-9-sequenza
Letto 4.750 volte - Nessun commento
Il satellite dell’ESA Herschel, conferma definitivamente un’ipotesi fatta venti anni prima da uno studio italiano, all’indomani dell’impatto della cometa Shoemaker-Levy su Giove, avvenuto nel 1994. Si deve ai frammenti della cometa la presenza di acqua nella stratosfera del gigante gassoso
[archive]